ULTIM'ORA

L’Inter ‘senza qualità’ ne fa 5 alla Samp!

Icardi.Inter.2017.18.esulta1.750x450

di Nina Madonna – Travolgente l’Inter di Marassi: la squadra di vince 5-0 azzerando la Samp: di Perisic, poker di Mauro . Dopo il vantaggio del croato, il raddoppio su rigore dell’argentino, capace poi di battere Viviano altre tre volte. La rete del 3-0 è un prodigio di tacco.
Con questo successo l’Inter sale a 55, la Samp resta a 44.

Bisogna chiedersi: dopo Inter-Napoli l’accusa fu “mancanza di qualità”…
Il 5-0 rifilato alla Sampdoria in trasferta, 7 giorni dopo, chiede a di spiegare “E’ servita la mia provocazione? Io l’ho fatto per andare avanti, per avere un dialogo con i giocatori. Poi se per voi è uno spunto per andare a creare dei dui e delle discussioni è una cosa vostra”.

“Il mio obiettivo è sempre quello di cercare di dare qualcosa di più e di dare forza ai giocatori. Non so quale sia il sistema per vincere ma conosco quello per perdere, che è quello di fare sempre i compenti a prescindere e di dire sempre bravi a tutti. Cosa mi è piaciuto di più di questa vittoria? Mi è piaciuta la squadra, l’interpretazione della gara, la personalità contro un avversario diffi che in casa ha sempre fatto bene” ha aggiunto a Serie A Live.

“Non aiamo concesso niente, ha funzionato il collettivo, la palla oggi viaggiava a un’altra velocità: aiamo giocato da squadra e volevamo la vittoria in tutti i modi. Questa prestazione aumenta dei rimpianti per i mesi passati? Saree altro tempo perso soffermarsi sul passato. Aiamo già perso tempo, se ci andiamo a rimettere mano ne perderemmo di nuovo: doiamo concentrarci solo sulla prossima gara. I quattro di ? Tutta la squadra ha gestito bene le situazioni, ci siamo trovati d’accordo su tutti gli atteggiamenti. Questo ha fatto la differenza” ha concluso .

DECISIVI.
Viviano 5. Come i presi: inerme, difende solo sul colpo di testa di D’Ambrosio e su un destro di Perisic.
rez 4. Giampaolo vorree strozzarlo dall’inizio: indolente, non marca Rafinha, invisibile. Prende un giallo, poi viene cambiato.
Zapata 6. Unico a lote, prende un palo di testa, non si dà per vinto. Non aiutato.

8. Maurito è così: partite anonime senza toccare palla, partite in cui ne fa quattro! Col Napoli aveva fatto vedere di essere tornato in condizione fisica; a Marassi sua ex casa ne segna in tutti i modi: rigore, di tacco, da rapace in area, di potenza con il destro al volo a voragine…
Cancelo 7. Continuo, spinta e piede cosi morbido che pochi hanno nell’Inter. Pennella il cross del vantaggio di Perisic, offre tante giocate di qualità.
Rafinha 7. Gli Manca il , ne sbaglia uno clamso da due passi; poi ci prova di tacco alla . Però manovra, salta l’uomo, crea superiorità.

TABELLINO. SAMPDORIA-INTER 0-5
SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano 5; Bereszynski 5 (34′ Verre 5), Silvestre 4,5, Ferrari 4,5, Murru 5,5; Barreto 5 (9′ st Regini 5,5), Torreira 5, Praet 4,5; rez 4 (5′ st Caprari 5); Quagliarella 4,5, Zapata 6.
A disposizione: Belec, Tozzo, Andersen, Alvarez, Strinic, Capezzi, Tessiore, Kownacki.
Allenatore: Giampaolo 5

INTER (4-2-3-1): Handanovic 6; Cancelo 7, Skriniar 6,5, Miranda 6,5, D’Ambrosio 6; Brozovic 7, Gagliardini 7; Candreva 6,5 (33′ st Vecino sv), Rafinha 7 (35′ st sv), Perisic 7; 9 (21′ st Eder sv).
A disposizione: Padelli, Berni, Lisandro, Rafinha, Karamoh, Santon, Dalbert.
Allenatore:

Arbitro: Tagliavento 6,5
Marcatori: 26′ Perisic, 30′ su rigore, 31′, 44′ e 6′ st
Ammoniti: rez, Caprari, Rafinha