ULTIM'ORA

L’Inter domina, Icardi risolve: ok Spaletti!

donnarumma.icardi.inter.milan.2018.2019.750x450

di Nina Madonna - Luciano Spalletti pretende i compenti per l’Inter…
“Non abbiamo vinto perché ci abbiamo provato di più, ma perché ce lo siamo meritato. Ha vinto la squadra che ha giocato dall’inizio alla fine nella loro metà campo, la partita è sotto gli occhi di tutti. Meritiamo i compenti e basta. Dovevamo fare gol prima, ma va bene anche così”, ha detto l’allenatore nerazzurro non senza un pizzico di polemica.

Inter-Milan 1-0 e i nerazzurri tornano al terzo posto scavalcando la . A -2 dal Napoli e -6 dalla .
Derby deciso da un colpo di testa di Icardi al 92′ su splendido cross di Vecino.

meritata perchè per tutta la gara l’Inter ha giocato meglio!
Donnarumma bravo su Perisic (22′), salvato dal palo di De Vrij (34′), sbaglia l’uscita decisiva al 92′.
gara persa anche da lasciato praticamente solo dalla squadra, schiacciata anche dalla forza fisica dell’avversario.

VOTI DECISIVI.
Icardi 7. Un gol annullato per fuorigioco, il gol decisivo. Al 92′ è suo!
Perisic 6,5. In chiaroscuro ma sempre pericoloso. Bello il colpo di testa che costringe Donnarumma ala diffi deviazione in angolo.
Asamoah 5,5. Spinge meno del solito, guardingo, a volte impreciso. Ma aveva Suso l’avversario più pericoloso e si sono annullati a vicenda. Da un suo errore però nasce un clamoroso contropiede proprio dello spagnolo non concretizzato.

Donnarumma 5. Imperdonabile l’uscita sbagliata su Icardi che decide il derby. Ma anche gnoli ci mette del suo.
5. Isolato, non gli arriva un pallone giocabile. Perde il duello con Icardi.
gnoli 6,5. Gara perfetta fio al cross di Vecino ha deciso .

TABELLINO. INTER-MILAN 1-0
Inter (4-2-3-1): Handanovic 6; Vrsaljko 6,5, De Vrij 7, Skriniar 6,5, Asamoah 5; Brozovic 6,5, Vecino 7; Politano 6,5 (37′ st Candreva sv), Nainggolan 6 (30′ B. ro 6), Perisic 6,5 (25′ st Keita 6); Icardi 7. A disp.: Padelli, Miranda, Ranocchia, D’Ambrosio, Dalbert, Gagliardini, Joao Mario, Lauo. All.: Spalletti 7

Milan (4-3-3): G. Donnarumma 5; Calabria 5,5 (47′ st Abate sv), Musacchio 5, gnoli 7, Rodriguez 5,5; Kessie 6 (39′ st Bakayoko sv), Biglia 6, Bonaventura 5,5; Suso 5,5, 5, Calhanoglu 5 (29′ st Cutrone 6). A disp.: Reina, A. Donnarumma, Caldara, Zapata, Laxalt, Bertolacci, Mauri, Halilovic, Borini, Castillejo. All.: Gattuso 5,5

Arbitro: Guida
Marcatori: 47′ st Icardi
Ammoniti: Biglia (M), Calhanoglu (M), Calabria (M), Suso (M), Politano (I), Bakayoko (M)

Spalletti spiega. “Sarebbe stato perfetto segnare prima e poi giocarcela in vantaggio. In fase di possesso volevamo avere un solo mediano e due interni per giocare lateralmente a Biglia, anche se non sempre ci siamo riusciti. Quando perdi palla c’è bisogno di due mediani. Siamo stati bravi, abbiamo evitato il loro palleggio che è di qualità”, ha aggiunto. Ma Spalletti ha riservato una frecciatina ai rivali: “Loro sono una squadra tecnica, ma anche una squadra fisica perché hanno fatto tanti falli e tanti contrasti”. ”

Comunque sia, avanti così… ” Sono qui per questo, non volevo un’altra stagione in panchina tentando di pore a casa un altro stipendio. Voglio riorganizzare il futuro dell’Inter e devono farlo anche i giocatori. Ha ragione Icardi, vogliamo ci sia continuità di . L’Inter ha scelto noi per ripore la squadra a dei livelli importanti che questo pubblico merita. Non ci sono divertimenti, voglio lavorare con appartenenza ed etica”.

Un solo aspetto negativo, dunque: l’infortunio di Radja Nainggolan: “Se salterà il Barcellona? Direi che sà fuori per un periodo ben più lungo. E’ stato stroncato, adesso lo portiamo in ospedale…”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply