ULTIM'ORA

Roma 44, Napoli 41, Lazio 40: volatone Champions…

C_29_articolo_1135506_upiImgPrincipaleOriz

di Ladila Moretti e Romana Collina - Roma 44, 41, Lazio 40… Roma favorita nel volatone con e Lazio per un posto Champions.
E va oltre i 3 punti importantissimi di Udine: “E’ fondamentale avere continuità di atteggiamento durante la gara” ha detto il tecnico della Roma. “Se ti capitano due o tre occasioni e le sbagli tutte, gli avversari prendono coraggio e cambiano gli equi. Potevamo, nel secondo tempo, cercare con più continuità il possesso per andare a chiudere la partita”.

Bastone e carota. Qualcosa da rivedere ma anche tante cose buone: “Anche oggi i miei giocatori sono stati tosti: hanno dettato subito la legge di chi vuole portare a casa il risultato con forza. Nel secondo tempo, invece, non abbiamo ragionato da squadra matura. Ma la vittoria è meritata. Non mi piace esaltare i singoli e comunque è l’atteggiamento di squadra che evidenzia le prestazioni dei singoli: abbiamo trovato gli equi con questi tre centrali forti fisicamente, poi però c’è bisogno che partecipino di più alla costruzione del gioco, per creare superiorità a centrocampo. Ci vuole un pizzico in più di iniziativa. El Shaarawy? Ha fatto una buona partita, anche se è entrato in un momento in cui bisognava gestire la palla e non lo abbiamo fatto. Dzeko? So che giocatore è: ogni tanto è un giocatore molle, io glielo dico. Se gli capitano quattro palle gol, deve buttarne dentro cinque; se ne butta dentro solo due, significa che pecca di cattiveria”.

NOTE.
Terzo successo consecutivo in campionato per la Roma di . I giallorossi hanno superato di misura l’Udinese alla Dacia Arena grazie ai primi venti minuti di gioco dominati. Il gol dello 0-1 finale è arrivato al 12′ con un bel destro al volo di Nainggolan su imbucata di Strootman. Poi l’horror-day di Dzeko che al 18′ spara alle stelle un rigore e nel finale si divora due occasioni davanti a Karnezis. Ma non basta ai friulani.

DECISIVI.
Strootman 7. E’ l’uomo in più in mezzo al campo per quantità e qualità. Vede e disegna assist perfetti per i compagni. Sfruttando uno di questi Nainggolan decide la partita.
Dzeko 4. A Udine si è rivista la versione peggiore del bosniaco. Tanto gioco per la squadra, ma altrettanti disastri davanti a Karnezis che lasciano aperta la partita fino alla fine. Il rigore in è stato imbarazzante.
Nainggolan 7. Quando il gioco si fa duro, spunta la giocata del Ninja. Sigilla una prima parte di gara sontuosa con un bel destro al volo che vale i tre punti.
TABELLINO. UDINESE-ROMA 0-1
Udinese (4-3-3): Karnezis 6; Faraoni 5,5, Danilo 6, Felipe 6, Samir 5,5; Fofana 5, Kums 6 (29′ st Ewandro 5,5), Jankto 5,5 (7′ st Perica 5,5); De Paul 6, Zapata 5 (24′ st Hallfredsson 6), Thereau 5,5. A disp.: Scuffet, Perisan, Angella, Heurtaux, An, Balic, L. Evangelista. All.: Delneri 5,5
Roma (3-4-2-1): Szczesny 6,5; Fazio 6,5, Manolas 6, J. 6,5; B. Peres 6, Strootman 7, Paredes 6, Emerson 6; Nainggolan 7, El Shaarawy 5,5 (17′ st Totti 6); Dzeko 4. A disp.: Alisson, Lobont, Seck, Vermaelen, Mario Rui, Frattesi, Gerson, Tumminello. All.: 6
Arbitro: Damato
Marcatori: 12′ Nainggolan
Ammoniti: Felipe, Fofana (U); Juan (R)
Espulsi: nessuno
Note: 18′ Dzeko (R) calcia alto un rigore

La Lazio,invece, batte 2-1 in rimonta l’ e consolida il quarto posto in classifica. All’Olimpico vanno in vantaggio per primi gli ospiti con Petagna (21′). Nel recupero del primo tempo i padroni di casa trovano il pareggio con un colpo di testa di Milinkovic-Savic (46′). L’equio nella ripresa è spezzato da Immobile che si procura e trasforma un rigore (23′). Espulsi entrambi i tecnici, Inzaghi e Gasperini, per proteste.

DECISIVI.
Milinkovic-Savic 7. L’inta del pareggio e l’assist per Immobile steso da Berisha. Mezzo punto in meno per l’incredibile errore nel finale.
Immobile 6,5. Segna il rigore del 2-1, poi sfiora il tris. Prima poco o nulla.
Bastos 5 – Parecchie sbavature, la più grave in occasione del gol di Petagna.

TABELLINO. LAZIO- 2-1
Lazio (3-4-2-1): Marchetti 6; Bastos 5, De Vrij 6, Radu 5,5; F. Anderson 6 (37′ st Wallace sv), Parolo 6, Biglia 6, Lulic 6,5; Milinkovic-Savic 7, Luis Alberto 5,5 (10′ st Patric 6); Immobile 6,5 (41′ st Djordjevic sv). A disp.: Strakosha, Vargic, Lukaku, Hoedt, Basta, Murgia, Leitner, Kishna, Lombardi. All.: S. Inzaghi 6,5
(3-4-1-2): Berisha 6; Masiello 6, Caldara 6, Zukanovic 5,5 (33′ st D’Alessandro sv); Conti 5,5, Konko 6 (28′ Grassi 6), Freuler 6,5, Spinazzola 6,5; Kurtic 5 (29′ st Paloschi 5,5); Gomez 6, Petagna 6,5. A disp.: Gollini, Mazzini, Toloi, Bastoni, Raimondi, Migliaccio, Suagher, Melegoni, Pesic. All.: Gasperini 6
Arbitro: Pairetto
Marcatori: 21′ Petagna (A), 46′ pt Milinkovic-Savic, 23′ st Immobile (L)
Ammoniti: Immobile (L), Parolo (L), Conti (L), Lulic (L), Biglia (L), Milinkovic-Savic (L), Grassi (A)
Espulsi: al 39′ l’allenatore della Lazio Inzaghi per proteste. Al 34′ st il tecnico dell’ Gasperini per proteste