ULTIM'ORA

Lazio in finale, Napoli tra i fischi: spreca e perde.

coppa-italia-napoli-lazio-live-285490

di Paolo Paoletti – Luljc segna e difende il suo gol dal pareggio di . Ma la qualificazione della si chiama Bigli e Felipe Anderson, gli unici grandi giocatori di Pioli. Benitez è uscito scuro in volto, sotto bordate di fischi: il Napoli è fuori ancher dalla , vanificando l’1-1 dell’andata.
Sbagliata strategia e gestioned ella gara: sembri che Benitez lo faccia apposta!
Ceeto serviva un gol per essere tranquilli, ma alla è bastato l’1-0 per raggiungere la Juve in finale per una doppia sfida per la coppa nazionale e la Superna.
De Laurentis ha visto sfumare altri 5 milioni, quanti ne assegna il secondo titolo nazionale. Deve rammaricarsi con se stesso…
C’è da dire chiaro che Benitez ha grandi colpe, ma è impossibile vedere i gol mangiati da Higuain, , De Guzman.
E se anche la sfortuna si mette contro sul palo di Gabbiadini, su punizione dubbia fischiata da Orsato, i segni del destino sono chiari.
Anche sul gol di Luljc c’è un fuorigioco non fischiato a Klose ma l’azione è continuata per 40” prima della rete laziale.
Solito Benitez: a vedere Gargano e impresentabili si può capire perchp non abbiamo giocato a Roma. Chi spiega perchè il Napoli è irriconoscibile rispetto ad appena 3 mesi fa?
Il primo tempo ha negato gli 8 punti di distacco dalla al terzo posto, ma la ripresa ha ribadito tutte le alcune azzurre: poca qualità, troppi errori, Higuain spento. Solite difficoltà perchè i centrocampisti della sono forti e uniti. L’azione azzurra non è fluida e basta che gli esterni offensivi della cambino spesso posizione, per mettere in difficoltà Maggio comunque positivo su Felipe Anderson.
Così si può solo perdere. Rinunciando anche alla .
Colpe di De Laurentis per un mercato insufficiente e la gestione degli obiettivi stagionali lasciati solo a Benitez.
La società non esiste, il cinepresidente è to, Bigon ha perso anche la faccia.
Benitez ha il dovere di chiudere questa avventura napoletana con dignità, dicendo il vero ai napoletani e scusandosi per questa stagione amarissima.
Chi aspetta ancora all’Europa League, vuole credere alla favole. Il calcio è imprevedibile, ma anche senza scrupoli.
Chi ha sbagliato deve pagare!!!

NOTE. Nel della seconda semifinale di , la vince in casa del Napoli dopo l’1-1 dell’andata e si qualifica per la finale del 7 giugno, quando all’Opico affronterà la Juventus. Al San Paolo finisce 1-0 per i biancocelesti, che riescono ad avere la meglio al termine di una partita molto intensa. Il gol decisivo ha la firma di Lulic, che al 79′ infila in rete un assist di Felipe Anderson. Gabbiadini colpisce un palo al 29′. La conquista la terza finale in nelle ultime sei stagioni, proseguendo il momento magico che l’ha vista ottenere sette vittorie di fila in .

TABELLINO. NAPOLI- 0-1
Napoli (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; Inler, Gargano (40′ st ); Gabbiadini (28′ st ), , (23′ st De Guzman); Higuain.
A disp.: Rafael, Colombo, Henrique, Koulibaly, Strinic, Lopez, Jorginho, Zuniga, Zapata. All.: Benitez
(4-3-3): Berisha; Basta, De Vrij, Mauricio, Braafheid (38′ st Cavanda); Biglia, Cataldi (10′ st Mauri), Parolo; (23′ st Lulic), Klose, F. Anderson.
A disp.: Marchetti, Strakosha, Novaretti, Cana, Ciani, Cavanda, Pereirinha, Ledesma, Ederson, Perea. All.: Pioli
Arbitro: Orsato
Marcatori: 34′ st Lulic (L)
Ammoniti: Albiol, De Guzman (N); Mauricio, Parolo (L)