ULTIM'ORA

Lazio avanti, Milan flop a Londra: furia Rino!

Dynamo Kiev vs Lazio

QUI KIEV. Lazio ai quarti di League. Unica na rimasta in lizza.
A Kiev la formazione di Inzaghi ha battuto la Dinamo 2-0, riscattando il 2-2 dell’andata.
La Lazio domina con una prestazione sontuosa: vantaggio al 23′ del primo tempo… corner dalla sinistra di Luis Alberto, perfetto stacco di testa di Lucas Leiva, 0-1.
Raddoppio nel finale: ancora su corner di Luis Alberto, Luiz Felipe prolunga di testa sul secondo palo dove De Vrij realizza lo 0-2 di piatto sinistro.
Ai quarti insieme l’Atletico Madrid, Marsiglia e Lipsia. Plzen-Sporting ai supplementari

GOL. Dinamo Kiev-Lazio 0-2: al 38′ st, palla spizzata da Luis Felipe, deviazione decisiva di de Vrij sotto porta. Gol forse decisivo
Dinamo Kiev-Lazio 0-1: al 23′ pt, angolo di Luis Alberto, stacco vincente di Lucas Leiva che di testa porta in vantaggio la Lazio
Biancocelesti in campo con Strakosha, Luis Felipe, de Vrij, Radu, Patric, Parolo, Lucas Leiva, Luis Alberto, Lulic, Felipe Anderson, Immobile.

Il quadro delle 19:
Ath. Bilbao-Marsiglia 1-2 (andata 1-3)
Plzen-Sporting 2-1 (andata 0-2) partita ai supplementari
Zenit-Lipsia 1-1 (andata 1-2)

QUI LONDRA. Ha lottato e assaporato l’impresa il , che però è andato sbattere contro il cinismo dell’Arsenal (3-1 in rimonta) e abbandona l’ League infuriato con l’ svedese Eriksson e il suo addizionale Joahennesson. Quest’ultimo, sull’1-0 per i rossoneri, giudica da rigore un incrocio in area fra Rodriguez e Welbeck, collassato in modo eclatante per un lieve contatto mano-spalla col terzino, che sbaglia andando verso l’avversario anziché la palla, ma non lo spinge in maniera decisiva. All’Emirates avrebbe fatto comodo la Var, che la Uefa non introdurrà nelle coppe, così Gattuso e i suoi escono di scena a testa alta con più di una recriminazione, anche per i due gol subiti una settimana fa a San Siro. Domani l’Arsenal conoscerà l’avversario dei quarti, mentre il ora dovrà concentrarsi su e finale di coppa per tornare almeno in League l’anno pmo. “Presto” arriverà anche “il momento giusto” per il di Gattuso, ha annunciato prima della sfida di Londra, affrontata con spirito e idee dai rossoneri, vicini al gol dopo 1′ con André Silva, e poi in vantaggio al 35′ con una prodezza balistica di Calhanoglu da oltre venti metri. Questa la successione delle reti del match di questa sera: nel pt 35′ Calhanoglu, 39′ Welbeck (rigore); nel st 26′ Xhaka, 41′ Welbeck. Impresa del Cska Mosca, che vince 3-2 a Lione ed eina i francesi. Fuori anche il Dortmund, fermato sullo 0-0 a Salisburgo Fuori anche il Dortmund che non va oltre lo 0-0 a Salisbugo

Gattuso ‘arbitri sbagliano, ma ha mollato’ – Più che il rigore concesso all’Arsenal è il terzo gol concesso dal agli inglesi a inquietare Rino Gattuso nella serata che segna l’einazione dei rossoneri dall’ League. “Sono orgoglioso dei mieti ragazzi, abbiamo perso all’andata, là abbiamo sbagliato la partita. Ma mi arrabbio perché abbiamo mollato sul 2-1, invece serve sempre veemenza e cattiveria, quando molliamo diventiamo vulnerabili. Non voglio parlare dell’, possono sbagliare anche l come sbagliano i giocatori”, ha detto a Sky l’allenatore dopo la sfida di Londra persa 3-1, convinto che la sua squadra abbia “dimostrato grande solidità. Stiamo alzando l’asticella, in e con queste partite in ”. “Dobbiamo preparare partita dopo partita, lavorare con grande serietà e lucidità, Non voglio sentire alibi. Mancano 11 partite di , la finale di coppa , è una squadra giovane, possiamo arrivare ai livelli dell’Arsenal, che ha più esperienza e più forza”, ha aggiunto Gattuso, assolvendo Donnarumma per il pasticcio sul secondo gol dell’Arsenal: “Gli dirò di alzare la testa, non deve fasciarsela. Come si sbaglia un calcio di rigore può sbagliare una parata. L’importante – ha concluso – è che non si faccia condizionare da quello che sta succedendo. Da giorni si parla dell’arrivo di Reina. Dobbiamo lasciarlo tranquillo, c’è grande rispetto per Gigio”

Bonucci, dopo 2-1 abbiamo staccato la spina – “Penso che nessuno ci possa rinfacciare di non averci creduto. Peccato per il primo tempo dell’andata. Questa sera dopo il 2-1 abbiamo staccato la spina, però abbiamo giocato 70 minuti alla pari con l’Arsenal. Forse se riuscivamo a sfruttare meglio un paio di occasioni che sono arrivate prima dell’1-0, avremmo commentato un’altra partita”. Così Leonardo Bonucci, ai microfoni di Sky, dopo il Ko dell’Emirates. “È un processo di crescita giocare contro questi giocatori – continua il capitano ista -, bisogna farci l’abitudine con questa maglia. Il risultato premia l’Arsenal, ma quello su cui dobbiamo recriminare è il primo tempo dell’andata”. Cosa ne pensa del rigore dato all’Arsenal? “Sono episodi che pesano sul piatto della a – risponde -, ma non dobbiamo guardare a quello, si può sbagliare. Peccato, perché avevamo rimesso in piedi la qualificazione e finire il primo tempo con il vantaggio di 1-0 sarebbe stato diverso. Come detto, è un processo di crescita e queste prestazioni in questi stadi ci fanno crescere”.

I GOL.
Arsenal- 3-1: 41′ st, Donnarumma si riscatta su colpo di testa, ma sulla respinta c’e’ Welbeck che in tap-in chiude il match.
Arsenal- 2-1: al 26′st, Xhaka calcia di sinistro, papera di Donnarumma cui sfugge la palla, forse viscida, e s’infila in rete.
Arsenal- 1-1: 39′ pt, Welbeck trasforma rigore dubbio assegnato per contatto tra Rodriguez e lo stesso giocatore dell’Arsenal
Arsenal- 0-1: al 35′ del pt, gioiello di Calhanoglu, che con una botta improvvisa da cca 35 metri fulmina Ospina