ULTIM'ORA

L’addio di Allegri serve l’occasione: ADL ora o mai più!

ancelotti_delaurentiis_5

di Paolo Paoletti - De Laurentis sentenzia nel dopo Napoli-Inter… “Ancelotti è stato messo continuamente in competizione con Sarri, invece ha lavorato tantissimo per il Napoli e per progete la squadra dell’anno prossimo. E’ stato un secondo posto con 13 punti di vantaggio sull’Inter, siamo una seconda Juventus. Abbiamo bisogno di mettere a posto attacco e terzini, quando saranno a posto allora avremmo fatto un passo in più. Una certa parte di seria guarda sempre alla Juventus, noi dobbiamo fare il nostro campionato e non dobbiamo vedere sempre in casa della Juventus che va avanti da 120 anni con la stessa società e sono sempre stati molto aiutati perché sono stati, da altri punti di vista, i padroni dell’Italia”.

“Napoli non ha le stesse risorse di Torino e quindi bisogna usare il cervello per prendere le persone giuste. Lì fanno 5 milioni di incassi con l’Ajax per 35mila posti, noi 2 milioni con 40mila. Un certo tipo di so, però, vorrebbe che uno si indebitasse per prendere e Icardi per rispondere all’acquisto di Ronaldo”.

“È diffi convincere alcuni giocatori e alcune mogli a venire a Napoli perché la città non gode di ottima pubblicità per il clima di serenità e di giustizia che si respira. Abbiamo 40 milioni di si che ci apprezzano e possiamo divene 80 milioni perché dobbiamo esplorare ancora Oriente e . 80 milioni sono tanti, non sono i 500 della curva che contestano”.

Ma quante fesserie bisogna ancora sentire da questo qui?
1. Napoli, mai come in questi anni e sempre di più è meta di turisti che arrivano da tutto il mondo. La storiella di giustizia e serenità se la bevono solo gli imbecilli!
Una seconda Juve?
Ma quando, cosa, perchè?

L’Ottavo bianconero è stato vionto con 20 punti di vantaggio. Una vergogna per tutte le altre a cominciare dal Napoli che partiva dal -4 dello scorso anno.
Ancelotti-Sarri è il naturale confronto per le scelte inadeguate del cinepresidente che in 15 anni ha bruciato Ventura e Donadoni; abbandonato da , Benitez, Sarri fuggiti per le bugie e le ridicolaggini di chi non vuole vincere, preferendo i in tasca.

Adl si è inginocchiato a Carletto, coprendolo d’oro. Inusitato per i suoi gusti, bisognoso di un parafulmine. Può mai dire la ?
Convincere giocatori e mogli?
Solo lui non ci riesce…

Bagni non voleva venire a Napoli, gli fu ordinato da Sordillo di dire sì!
Allodi in due minuti convinse Giordano a lasciare la Lazio.
Maradona preferì Napoli ad uno dei più grandi club del mondo.
Ma l’arroganza di questo zarellaro, dove deve arrivare?

I napoletani non hanno l’anello al naso.
Quaranta milioni di si nel Mondo? intellettuale degna di un impostore.
Parla dei milioni di napoletani che nei secoli sono partiti sui Bastimenti della speranza.
Da ogni angolo del Pianeta tifano per la città di Napoli, la canzone classica, la pizza, avvolti nella nostalgia di un o trasferito di generazione in generazione.
Non sanno neanche chi sia … che arriva a Los Angeles da nuovo arricchito scimmiottando lo zio Dino, ma a New YorK, a Little Italy non gli rivolgono neanche la parola.

Basta sceneggiate!
Per la fortuna che accompagna questo tale, il prossimo anno è davvero la manna: l’addio di Allegri lascia campo a tutti e tutte.
Ancelotti ha la grande occasione. Non può sbagliarla, Napoli non lo perdonerebbe. E per riuscirci deve pretendere almeno 4 grandi giocatori.
Con i giovani non si vince e lui deve vincere. Stop.

Il destino ha servito la convergenza di tutti gli aspetti: ora è il momento in cui la maschera verrà giù.
Basta attendere!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply