ULTIM'ORA

La scelta di Conte: dove lo porta il cuore. ‘Double’ e poi…?

photogalleryThumb_60

di Mary Bridge - campione con 2 giornate d’anticipo: la League parla italiano, per il secondo anno consecutivo: Antonio Conte dopo Ranieri.
Una soddisne… il Made in Italy è di moda anche nel calcio, vince e sorprende. Perché Antonio un ruolo da protagonista ha dovuto guadagnarselo partita per partita.

Si ripartiva dal decimo posto dello scorso anno e i ‘blues’, non erano considerati competitor per la League.
La svolta, alla quattordicesima giornata con la 3-1 sul campo del Manchester City. Da allora dominata e vinta con due turni d’anticipo. Fino al Middlesbrough a Stamford Bridge che ha permesso a Conte di fare l’ultimo, decisivo passo verso la sul campo del West Bromwich Albion, dove Conte non ha fallito.

Un’attesa lunga 82 minuti, quando il di Michy Batshuayi ha aperto la festa.
Conte si è imposto anche in Inghilterra: non solo come manager, ma anche come personaggio; amato dai e dalla stampa.
Che oggi lo celebra senza temere il domani. Dietro l’ano della FA Cup.

Suning aspetta, non oltre il 28 maggio: Simeone resta a Madrid. Conte, al momento, non lascia Londra. Aspetta le mosse di Abramovich per decidere. Il richiamo della famiglia è forte come la nostalgia per moglie e figlia.
L’ non molla, ma è opportuno avere alternative, di tempo ce ne poco.

Almeno fino alla finale di FA Cup con l’, pensando al double difficile da ripetere. Ma con il sogno .
Due settimane poi la dead line.

L’alternativa più percorribile porta a Spalletti: per i giornalisti romani che non lo hanno mai amato, avree già firmato un pre-contratto. Tutto plausibile come la scelta di Conte!