ULTIM'ORA

‘Arrivamale’: finale ridicolo, chi paga?

url-1

“Questa è andata così, non molliamo”. Maurizio Arrivabene abbraccia dopo il ritiro del tedesco.

“La è buona al di la dei componenti che ci hanno lasciato a piedi – spiega il team principal – ma dobbiamo stringere i denti e andare avanti. Si riparte motivati, facendo un analisi su quanto è successo, tornando a Austin decisi a giocarcela, anche se i punti di distacco con la Mercedes sono molti”.

“Il distacco da Mercedes è ampio ma bisogna essere umili e riconoscere dove a noi siamo mancati e l no”.
“Le ultime due gare ci hanno fortemente penalizzato per problemi che non hanno niente a che fare con la bontà del progetto. Oggi c’è stato un problema ad un componente, una candela che si è rotta insieme alla bobina”.

Nonostante le spiegazioni, restano 59 punti di svantaggio da Hamilton e una team che ha avuto troppi problemi.
Niente capita per caso e la Mercedes con lo stesso problema di candela ha avuto il tempo e la bravura per venire.

Così, Lewis Hamilton, ha vinto anche il del , 16° di Formula 1 fuggendo a +59 in classica su , ritiratosi nei primi giri.

Sul podio i piloti della Max Verstappen, secondo, e Daniel Ricciardo, terzo.
Quarto l’altro Mercedes, Valtteri Bottas, che ha preceduto Kimi Raikkonen con la , quinto.

Hamilton vola verso il titolo a 306 punti in classica Mondiale, contro i 247 di , a 4 gare dalla ne di stagione.
A punti nella gara sul circuito di Suzuki sono andati anche Sebastien Ocon e Sergio Perez, sesto e settimo con la Force India, Kevin Magnussen e Romain Grosjean, ottavo e nono con la Haas. Decimo posto per Felipe Massa con la Williams.

è stato costretto al rientro ai box con la sua nel quarto giro del . I problemi tecnici denunciati dopo la partenza hanno indotto il team a richiamare il tedesco, che perdeva posizioni su posizioni: “Box Sebastian, box. We retire the car”, gli hanno via radio. La di è così stata portata dentro il box ma il tedesco non è sceso subito dalla vettura, sperando magari di poter tornare in pista. Poco dopo, però, anche il tedesco si è arreso.