ULTIM'ORA

La Roma esce tradita da Dzeko e Salah!

elshaarawy.salah.dzeko.roma.2016.2017.750x450

di na Collina - La vince 2-1, ma resta fuori dall’Europa. Nulli Dzeko e Salah che almeno ha avuto una palla gol sprecata e servito un assist a tu per tu col portiere per Strootman altrettanto vanicato.
E’ mancato un loro gol, è mancata un po’ di fortuna sulla traversa di Rudiger, al 6’, è mancata freddezza quando il cuore batteva a mille e l’Olimpico impetuoso.

Dopo il 2-1, autorete di Tousart colpito dal rinvio di Jallet c’era ancora mezz’ora per qualicarsi. Invece la s’è bloccata 3 minuti dopo, quando El Shaarawy, decisivo nel vantaggio, innescato da Nainggolan, ha saltato l’avversario e poi tirato malamente a lato da posizione favorevolissima. Sarebbe stato il gol decisivo a far scoprire il Lione lasciando praterie al contropiede.

La rimonta della si è chiusa lì. Anche per la stanchezza di Strootman e De , l’incapacità dei tre difensori Rudiger, , Manolas di supplire.
Ma la esce dall’Europa nell’ultimo minuto dell’andata, il 4-2 di Lacazette, perchè a è stato fatto quanto atteso, né è possibile imputare a Spalletti speciche responsabilità.

Certo se Rudiger, all’inizio, anziché smontare la traversa avesse fatto gol, sarebbe stata un’altra partita. Altrettanto ci si fosse opposti al primo tentativo francese: cross di Valbuena e gol di testa di Diakhaby.
Brava a pareggiare in 90 secondi: Strootman su punizione-cross di De , ma è indubbio che la abbia accusato il peso della rete subita.
Se contiamo le occasioni, il Lione ne ha avute.

Spalletti segna: Strootman al 41’ con due tiri da distanza ravvicinatissima, addosso a Lopes; al 46′ colpo di testa di Nainggolan, e miracolo del portiere. Ma Cornet (84’) è stato fermato da Alisson in uscita disperata e Fekir ha sorato il pari nel nale, trovando ancora Alisson.

Resta l’amarezza, ma la ratio che ha prodotto l’eliminazione non va dimenticata.
Spalletti con le sostituzioni El Shaarawy per Bruno Peres e Perotti per Mario Rui ha tentato lo sfondamento laterale. Riuscito con il Faraone, meno con l’argentino che serviva da prima.

Adesso resta un’altra rimonta sulla in Coppa , dove si riparte da 0-2. Impossibile quella sulla in campionato con 8 punti di vantaggio.
L’ambiente è scarico, forse accuserà stessa condizione la squadra. A Spalletti il compito di motivare un gruppo fertito.
Vincere è ancora possibile. Imperativo mantenere il secondo posto!

PAGELLE
El Shaarawy 7. Da la scossa con il cross dell’autorete di Tousart dopo aver saltato con Valbuena.
Strootman 7,5. Tiene in vita la con il pari. E’ una gaa a centrocampo. Poi crolla…
Nainggolan 5,5. Accusa stanchezza. Non arriva più in anticipo sugli avversari e quando ha la palla buona di testa, Lopes si supera.

Lopes 7,5. Decisivo almeno in 3 occasioni.
Diakhaby 7,5. Implacabile di testa sblocca come a Lione.
Valbuena 6,5. Dal lui le azioni francesi più pericolose. Perfetta la punizione che manda in gol Diakhaby.

TABELLINO. -LIONE 2-1
(3-4-2-1): Alisson 6,5, Rüdiger 6,5, Manolas 6, 6,5, Bruno Peres 5 (13 st’ El Shaarawy) 7, De 6,5 ( 38′ st Totti sv), Strootman 7,5, Mario Rui 6,5 ( 30′ st Perotti 6), Nainggolan 5,5, Salah 5, Dzeko 5,5. A disp.: Szczesny, Juan Jesus, Emerson, Paredes All.: Spalletti 6,5
Lione (4-3-3): Lopes 7,5, Jallet 6,5, Mammana 6,5 (32′ st Yanga Mbiwa 6), Diakhaby 7,5, Morel 6, Gonalons 6,5, Tousart 5,5, Tolisso 6,5, Cornet 6,5, Lacazette 5,5 ( 39′ st Fekir 6), Valbuena 6,5 ( 45′ st Rel). A disp.: Gorgelin, Darder, Ferri, Ghezzal, All.: Genesio 6,5
: Kassai
Marcatori: 16’ Diakhaby (L), 17’ Strootman, Perotti (R), 15′ st aut. Tousart (L)
Ammoniti: Manolas, Strootman, Nainggolan (R), Tousart, Mammana, Lopes (L),