ULTIM'ORA

La Nord rinnega Icardi: dopo il prossimo gol…?

C_29_articolo_1123181_upiImgLancioOriz

di Nina Madonna - -Inter, caso chiuso? Dopo 48 ore dagli di San Siro, il sumit con dirigenti e De Boer, la retromarcia sulla biograa, la conferma del ruolo di capitano, ecco il secondo comunicato della Nord che non lascia equivoci: “ non è il nostro capitano, né ora né mai. Non ne vogliamo più sapere nulla”. Poi l’apertura: “Ma l’Inter ha bisogno di noi”.

Il tifo nerazzurro più caldo è pronto a tornare al anco della squadra. Senza però una spiegazione…
“Partiamo con una puntualizzazione necessaria: in molti non hanno voluto capire il motivo della nostra presa di posizione. L’episodio della maglia regalata e da noi strappata ad un bambino – raccontato nel libro di - è frutto di . È un falso. È un’invenzione. Recepire questo concetto, nemmeno troppo dif da vericare, avree aiutato tutti. Prima ancora delle minacce di morte scritte (che, fossimo stati noi a farle, per la buona rea del “2 pesi 2 misure”, avreero signicato difde e, probabilmente, una cella).

Ed invece no. Ci si è incastrati in un ‘testa a testa’ contro basato su altro. Per nire poi con un classico e sempreverde ‘gli ultras sono il male del calcio’. ha chiesto scusa per aver esagerato nei toni, non per i nuti. continua a sostenere quindi, in maniera vigliacca, la tesi di un capo Ultras che si getta su un bambino.

Non ritorneremo più su questo punto. Chi vorrà quindi continuare ad utilizzare prospettive distorte e ttizie è per noi libero di farlo, consapevole però di crogiolarsi in una dimensione non appartenente alla realtà.

Fascia da capitano. Per noi, come per chiunque altro (speriamo), il capitano dell’Internazionale dovree essere un Simbolo. Esperienza, Carisma, Umiltà, Serietà ed Intelligenza. …Picchi – Facchetti – Mazzola – – Zanetti… Praticamente l’antitesi di . Il comunicato della Società Inter non può quindi trovare il nostro accordo. Lo capiamo. Nelle logiche, nelle motivazioni. Ma non possiamo accettarlo.

Non siamo però noi a dover decidere. Ad ognuno il proprio ruolo. L’aiamo sempre chiesto. Come è giusto che sia. Anche se crediamo che una Società come l’Inter, esulando dal nostro pensiero, non dovree permettere ad un individuo come di indossare la fascia da capitano. Non perché lo dice la , semplicemente per Etica e Rispetto. La nostra Storia, onestamente, meriteree qualcosa di meglio…

Adesso però basta. Andiamo oltre e a tutti.
è un capitolo chiuso. Non ne vogliamo più parlare ne sapere nulla. NON E’ IL NOSTRO CAPITANO. NE’ ORA, NE’ MAI.

La farà la . Come ha sempre fatto. Già a partire dalla partita di Europa League di giovedi. Prepariamo la Voce, scaldiamo il Cuore. Le mani verso il cielo, l’Inter ha bisogno di NOI”.