ULTIM'ORA

La Juve versa la clausola, lunedì parlano tutti.

++ Calcio: Higuain a un passo da Juve, visite a Madrid ++

di Antonella Lamole e Nino Campa- alla ntus: se non è fatta, manca davvero poco. Il giocatore ha già sostenuto le visite mediche per i bianconeri a Madrid, dove ha incontrato il club per discutere il suo nuovo contratto. Accordo di quattro anni a 7,5 milioni di euro a stagione per il giocatore, che potrà anche gestire i suoi diritti d’immagine.

Colpaccio . Dopo Pjanic, Benatia e Pjaca è pronta a versare i 90 milioni di euro della clausola rescissoria per regalare a mister Allegri il dell’ultima . E con lui, 36 in 35 partite, record nel campionato no in una sina stagione, dare l’assalto alla . E scoppia la protesta a Napoli, a terra pezzi di foto del Pipita…

La ntus si prepara a versare la clausola rescissoria aggiungendo un nuovo record a quelli già numerosi della sua secolare: in attesa del ‘botto’ Pogba, in uscita, il trasferimento del Pipita diventerebbe infatti l’operazione più costosa della , una delle più alte di sempre nel mondo del pallone. L’ufficialità potrebbe arrivare già lunedì, proprio quando avrebbe dovuto raggiungere il Napoli in ritiro, e poi aggregarsi alla sua nuova squadra, che ha perso ai rigori 5-4 la prima amichevole della stagione. Una sconfitta innocua, alla quale non hanno preso parte i nuovi acquisti, ancora imballati dalla preparazione. Scenderanno in campo contro il Tottenham, fra tre giorni, quando l’affare -ntus potrebbe già essere una certezza.

Il giocatore ha già sostenuto le visite mediche per i bianconeri a Madrid, dove ha incontrato il club per discutere il suo nuovo contratto. Accordo di quattro anni a 7,5 milioni di euro a stagione e potrà anche gestire i suoi diritti d’immagine.

La ntus aggiunge un nuovo record a quelli già numerosi della sua secolare: in attesa del ‘botto’ Pogba, in uscita, il trasferimento del Pipita diventa infatti l’operazione più costosa della , una delle più alte di sempre nel mondo del pallone. L’ufficialità lunedì, quando avrebbe dovuto raggiungere il Napoli in ritiro. Poi raggiungerà la sua nuova squadra, che ha perso ai rigori 5-4 la prima amichevole della stagione. Sconfitta innocua, alla quale non hanno preso parte i nuovi acquisti, ancora imballati dalla preparazione. Scenderanno in campo contro il Tottenham, fra tre giorni, quando l’affare -ntus potrebbe già essere una certezza

Napoli-Trento 4-0, contestato. Il Napoli ha battuto 4-0 il Trento, nella seconda amichevole precampionato della stagione. Assente all’amichevole il patron Aurelio De Laurentiis. In avvio non è mancata la contestazione dei si del Napoli per l’ormai prossimo addio di Gonzalo , che si dirige verso la ntus: al Brianteo, dove erano presenti circa 2.000 si, è stato affisso uno striscione “ infame” e non sono mancati i cori contro il centravanti argentino, mentre qualche fischio ha salutato il vicepresidente Edo De Laurentiis, mentre lasciava il campo. Sarri, assente Reina, ha schierato Sepe in porta, con Maggio e Ghoulam terzini, Chiriches e Koulibaly al centro, Lopez, Valdifiori e Hamsik a centrocampo, alle spalle del terzetto di attaccanti Callejon, Gabbiadini ed El Kaddouri. Gli azzurri hanno mostrato una crescita di forma e, soprattutto, hanno messo in mostra il talento di Manolo Gabbiadini che ha segnato la doppietta con cui si è chiuso il primo tempo. Nella ripresa Sarri ha inserito Rel, Albiol, Strinic, Hysaj, Jorginho e Grassi. Il 3-0 è arrivato con un colpo di testa di Albiol, mentre nel finale Dumitru, entrato da poco, ha siglato il 4-0.