ULTIM'ORA

La Juve si carica con un video, il Barça si batte in Hd!

higuain.dybala.juve.abbraccio.2016.2017.750x450

di Antonella Lamole – Paulo Dybala è il volto, Leonardo Bonucci la voce.
A due giorni dalla supersda con il Barcellona, 2-0 col Chievo in naftalina e Juventus che si carica e dà la carica ai con un video adrenalinico pubblicato sul suo account twitter ufciale.
“E’ il momento, prenditi la tua occasione”: il motto è questo, a 48 ore dall’andata del doppio confronti con i blaugrana nei quarti di nale di Champions League.
Dybala, che porta sul volto i colori della battaglia, e Bonucci, che grida il furore bianconero, sono i due emblemi della squadra di Max , convinta della sua forza in vista di questo storico appuntamento. Senza trascurare ovviamente il guerriero Mario Mandzukic, altro elemento scelto per questa campagna.

Il campionato è una cosa, la Champions è un’altra. Il Chievo ed il Malaga sono una cosa, Barcellona e Juventus sono ben altra cosa. Nessuno in casa Juve può quindi scivolare nel tranello di pensare che all’improvviso i bianconeri siano favoriti, immaginando magari un Barça in . Sabato sera è stata una cosa, appena risuonerà l’inno della Champions inizierà tutta un’altra . Vero è, però, che potendo scegliere un prologo, il copione di questo ultimo turno di campionato tra e Liga ricalca forse quello che tutti in casa Juve avrebbero sperato di poter leggere. Perché mentre Higuain e Dybala incantavano contro un Chievo organizzato ma sicuramente non irresistibile, contro un Malaga anche più modesto il Barcellona crollava: il possesso palla dei blaugrana è andato a sbattere contro il muro avversario, con il gruppo di Luis Enrique che sotto i colpi di rez e Jony hanno perso partita, un’occasione forse irripetibile per allungare di nuovo le mani sulla Liga e la testa guardando al cartellino rosso di Neymar in poco più di un’ora. Tutto facile per la Juve dunque, notte da incubo per il Barça.

IN HD. Ma non è questo a poter far ben sperare in vista dei quarti di nale di Champions. Non è il del Barcellona, che sicuramente saprà ritrovarsi nella competizione che per denizione rappresenta il suo habitat naturale anche senza lo squalicato Busquets. A tenere alto il livello di ottimismo in vista di quella che dovrà in ogni caso essere vissuta come la caccia ad un’impresa, seppur possibile, è tutto quello che viene fuori da quanto visto nella Juve. Il Chievo non è il Barcellona, si diceva. Ma Higuain e Dybala rimangono Higuain e Dybala: tocca a loro dimostrare di essere questi anche quando conta per davvero, contro i più grandi di tutti. La MSN farà la MSN, non è possibile aspettarsi che , Suarez e Neymar regalino una partita o due alla Juve. L’intesa palesata da Higuain e Dybala però, non solo in termini tecnici ma di aftamento anche emotivo, può e dovrà essere all’altezza dei tre tenori blaugrana: l’HD nasce per questo, la scelta diversa di Higuain al posto di Pogba è stata presa anche per questo. In campo si cercano, nella serata giusta si trovano in maniera devastante. Il Chievo non è il Barcellona, ma contro il Barcellona ora dovranno rendere e trasre la Juve come e più di quanto fatto contro un Chievo qualunque.