ULTIM'ORA

Viola ok Europa, prima italiana!

C_29_articolo_1016719_lstParagrafi_paragrafo_1_upiImgParFull

di Chiara Benigni - I e Montella sono i primi italiani ad essere certi di restare in Europa!
Meglio di , , Milan e Lazio in rigoroso ordine di classifica che ha permesso di partecipare alle Coppe.

Va da sè che la Fiorentina, prima nel suo girone a punteggio, vale più dell’EuropaLeague ed è quindi stata derubata del posto in Champions.

Imbattuta, vince soffrendo troppo per 2-1 anche sul campo del Pandurii e vola ai sedicesimi.

Montella accusa i suoi di aver sprecato troppe energie. E’ vero, i due di Matos (85′) e Borja Valero, all’ultimo secondo di , potevano e dovevano arrivare prima. Ma guardando le altre italiane, va bene così.
E’ evidente che la squadra fa un salto di qualità con Cuadrado in campo e quindi vero l’organico non è all’altezza di traguardi eccellenti.
I dovranno decidere per gennaio cosa deve essere la Fiorentina nei pmi 18 mesi: il ruolo nel girone di ritorno e l’anno pmo.

Decisione che va presa e pianificata finanziariamente adesso con i primi nodi da sciogliere:
1. , il Ds, resta o va al Milan?
2. Cuadrado è pronto a rinnovare, sarà ceduto o riscattato interamente?
3. Possibile dopo Viviani e , non si trovi un portiere di garanzia?
4. Montella resterà il tecnico ?

PAGELLE Pandurijane.
Borja Valero 7. Gli basta un tempo per innescare la squadra e fare tutta la differenza del mondo. Col senno di poi è bravo Montella a concedergli 45′ per caricarsi. Ma la sua qualità è troppo importante
Matos 6,5. Con 3 in 4 partite i conferma il re di coppa. Dopo la buona prestazione di , impiegato sull’esterno, il giovane brasiliano si rivitalizza anche in versione centravanti. E’ un po’ sprecone ma alla fine insacca
Ilicic 6. Finalmente all’opera dopo una serie di infortuni che lo hanno pesantemente limitato. Un paio di finezze di alta scuola fanno intuire che la Fiorentina è sul punto di trovare un nuovo protagonista
Cuadrado 7. L’avvio è segnato dalle difficoltà del nuovo ruolo. Nella ripresa scatena i suoi istinti primitivi e si rivela immarcabile. Dal suo piede nascono le occasioni migliori e i due

TABELLINO, PANDURII-FIORENTINA 1-2
Pandurii (4-2-3-1): Stanca sv (24′ Pedro Mingote 7); Ungurusan 6, Erico 6 (42′ Mamele 6), Christou 5,5, Momcilovic 6,5; Anton 6,5, Breeveld 5,5; Buleica 6,5, Eric Pereira 7, Distefano 5 (43′ st Sipo sv); Dos Santos 5,5. A disp.: Cristea, Adrovic, Nicoara, Ciucur. All.: Pustai 6

Fiorentina (4-3-3): Munua 6,5; Roncaglia 5,5 (35′ st Capezzi sv), G.Rodriguez 6,5, Compper 6, 6; Cuadrado 7, Aquilani 6,5, Mati Fernandez 6 (21′ st Ilicic 6); Joaquin 6, Iakovenko 5,5 (1′ st Borja Valero 7), Matos 6,5. A disp.: , Savic, Pasqual, Tomovic. All.: Montella 6,5

Arbitro: Siridopuolos (Grecia)
Marcatori: 33′ Eric Pereira (P), 40′ st Matos (F), 47′ st Borja Valero (F)
Ammoniti: Erico, Momcilovic, Anton, Mingote (P), G.Rodriguez, Borja Valero (F)