ULTIM'ORA

La Champions rigenera la Juve, Gigi la guida!

LAPR1276-ko9B--688x458@Gazzetta-Web_mediagallery-page

di Mary Bridge – Migliore in campo, 3 parate decisive. Buffon tras la Juve contro il . “Questo è il primo mattoncino importante della stagione: Abbiamo fatto una gara importante con gli ingredienti giusti: attenzione, tattica, agonistica, bravura tecnica, anche fortuna. Non illudiamoci, però. Spero faremo ancora bene perché ce lo meritiamo e ne abbiamo la possibilità”.

Una che tranquillizza l’ambiente e responsabilizza i giocatori come Gigi aveva indicato alla vigilia rifiutando chi si piange addosso. “Quando vinci certe gare la cosa bella è la consapevolezza che acquci, oltre alle emozioni e alle sensazioni che si respirano: la gioia, la forza e l’adrenalina che ti danno queste vittorie ti fanno crescere in maniera più rapida, in maniera esponenziale”.

Il 2-1 all’Etihad è una boccta di ossigeno per una Juve che resta in difficoltà, incompleta e arrogante nelle scelte della società.
ha mosso bene le pedine, ma è lampante che sia stata la scena a far tirare fuori l’orgoglio e la determinazione che la squadra
ha perso in .

Situazione che riflette il temperamento di e i segnali dati dalla società.
Qui si vede chi è di altra categoria. A cominciare da Andrea Agnelli. Quattro scudetti vinti consecutivi sono una enormità ma la forza di rese al vertice nasce da una spinta iore che soltanto un grande sa trasmettere è e ‘imporre’ ai giocatori.

Buffon ha fatto alla grande la sua parte. Vedremo adesso chi è da Juve.