ULTIM'ORA

La Juve lascia strada all’Inter, Sarri: poca testa!

cf47ea92-4331-4fa2-8ce5-76c98528533d

di Antonella Lamole - Sarri non la manda giù, ma si adegua e fa buon viso al cattivo gioco del pareggio col Sassuolo.
“Non aiamo fatto una partita negativa, aiamo fatto un primo tempo con poca testa, aiamo commesso degli erroracci. C’è mancata un po’ di testa e un po’ d’anima. Nel secondo la squadra ha reagito e ha anche creato i presupposti per vincerla”.

Su Ronaldo: “Deve acquisire un pizzico di brillantezza, ma mi pare aia preso la strada della risalita”
Il secondo subìto è l’emblema della giornata no dei bianconeri: “Buffon? Su un si va analizzare l’ultimo errore, ma qui c’è una serie di errori incredibili. Si fa un passaggio errato, si fa rimbalzare il pallone su un avversario”.

La segna il passo con lo scorbutico Sassuolo che De Zerbi conduce con mano sicura. Portieri decisivi per il risultato: il 18/enne Turati esordiente per l’indisponibilita’ di Consigli e Peo, fa il fenomeno salvando svariate occasioni e riceve alla ne i compenti di Buffon (che passava alla quando Tonali nasceva nel 2001), che balbetta su un tiro di Caputo.
Ma la responsabilita è generale: squadra imballata, Ronaldo segna un rigore e fa poco altro, manca la solita grinta feroce. Non sempre si riesce a recuperare alla ne come con , Lok Mosca e Genoa.

Sarri mostra la sua insoddisne, ma l’operazione sorpasso è compiuta grazie alla vena inesauribile di Lauo Martinez, che si giova di un Lukaku gregario di grande qualità.
I sbagliati dai nerazzurri rivitalizzano la Spal che si tiene in gioco con uno slalom vincente di Valoti, poi Tomovic si mangia il 2-2, ma per l’ saree stata una beffa, viste le occasioni sprecate anche per un po’ di stanchezza dopo l’impresa .

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply