ULTIM'ORA

Juve in semifinale, ancora aiutino: Rai accontentata!

C_29_fotogallery_1008334__ImageGallery__imageGalleryItem_36_image

di Antonella La Mole - Missione compiuta, la Juve è in semifinale. Poco importa se Morata ha sbloccato solo all’89′ e Llorente che ha servito l’assist era in fuorigioco…
Allegri ricorda che la , manca alla Juve da 20 anni: da quanto tempo al no manca una partita regolare?

Al Tardini Allegri vince 1-0 con l’ennesima svita arbitrale, stavolta di Peruzzo. Il quasi in serie B, e ad un passo dal nonostante il petroliere Raci, ha poco da dire. Parlano i cartelli esposti dai si che invocano il licenziamento del DG Leonardi.

Fino all’89′ i ducali giocano alla pari, s’arrendono al tocco morbido dell’ Real. Per i bianconeri anche due legni: nel primo tempo con Pepe, nella ripresa Marchisio.
La partita si decide quando Allegri leva Vidal e Coman e manda in campo Pogba e Morata. Mosse indovinate: con due punte la Juve è più pericolosa. Lo spagnolo ci prova subito dal limite, ma Mirante è attento. Poi al 41′ la Juve sbatte ancora contro un legno: Marchisio spara a botta sicura e centra la traversa. Preludio al gol: a un minuto dal 90′, Llorente (in fuorigioco) fa l’unica cosa buona della partita servendo a Morata il pallone della . Lo spagnolo quando entra dalla panchina è letale e non sbaglia. La Juve passa a e continua la corsa in .
La Juve è la seconda semifinalista dopo la Lazio che ha eliminato il Milan. Gli altri quarti: Napoli-Inter e Roma-.
La vincente al San Paolo affronterà la Lazio, a chi passa all’ spetterà la Juve.

VOTI.
Morata 7: entra e decide la partita. Allegri lo getta nella mischia nel finale e lui lo ripaga con il gol che decide il match. Forse le gerarchie accanto a Tevez sono cambiate
Llorente 5,5: non vede mai la palla. Lucarelli e Paletta lo anticiano quasi sempre. Fa solo la sponda e anche male. Fino all’89′, quando serve la palla a Morata per il gol partita. Troppo poco
Pepe 6,5: bella notizia per Allegri. Pepe è tornato. Punta spesso l’uomo e lo salta. Nel primo tempo centra un palo con un cross velenoso
Vidal 5: serata storta. Fatica a trovare le distanze e non riesce a piazzarsi tra le linee per rompere gli equi. Tanti errori anche in fase di appoggio
Paletta e Lucarelli 6,5: annientano Llorente. Quando gli esterni saltano, sempre pronti a raddoppiare su Pepe e Coman
Palladino 6,5: predica nel deserto, ma dal suo piede arrivano le azioni più pericolose del

TABELLINO. -JUVENTUS 0-1
(3-5-2): Mirante 6; Mendes 5 (34′ Santacroce 5,5), Lucarelli 6,5, Paletta 6,5; Rispoli 6 (44′ st Varela sv), Nocerino 6,5, Galloppa 6, Mariga 6, Gobbi 5,5; Palladino 6, Rodriguez 6.
A disp.: Iacobucci, Rossetto, Cassani, Felipe, Costa, De Ceglie, Mauri, Lodi, De Souza, Pozzi. All.: Donadoni 6

Juventus (4-3-3): Storari 6; Lichsteiner 6, Chiellini 6, Ogbonna 6, Padoin 5,5; Vidal 5 (25′ st Pogba 6), Pirlo 5,5, Marchisio 5,5; Pepe 6,5 (44′ st Caceres sv), Llorente 5,5, Coman 6 (31′ st Morata 7).
A disp.: Buffon, Rubinho, Bonucci, Barzagli, Evra, Pereyra, Giovinco. All.: Allegri 6,5
Arbitro: Peruzzo
Marcatori: 44′ st Morata (J)
Ammoniti: Gobbi, Paletta (P)