ULTIM'ORA

Juve a se, Roma prima delle seconde!

higuain.juve.2016.17.tiro.750x450

di Paolo Paoletti - La Roma non è l’anti-Juve, ma la prima delle seconde!
Allo Stadium la differenza l’ha fatta , anche se a tratti si è avuta l’impressione del pareggio sopratutto negli ultimi venti minuti di partita.

La Juve è la squadra che difende meglio in , ha chiuso ogni spazio come non aveva fatto a Milano con e Milan.
Funziona la difesa a 4 scelta da Allegri passato poi dal 4-3-1-2 al 4-4-2 quando Pjanic. Sbagliata la sostituzione con Cuadrado, il peggiore per palle perse e di passaggi sbagliati. Meglio avrebbe fatto Dybala, utilizzato dopo.

La Juve ha dominato il primo quarto d’ora: ha pressato alto ed so ogni pallone alla Roma. Prima del gol, ha avuto la possibilità di segnare già all’11, assist di Mandzukic da destra e girata, al volo di , bloccata da Szczesny.

Tre minuti dopo Gonzalo ha fatto tutto da solo: vinto un contrasto con De (appena ammonito) fuori dell’area; palla difesa e allungata sull’uscita di Manola che sbaglia in scivolata…dribling e sinistro fero palo-gol!
Un gol così lo fa solo un campione che ruba tempo al portiere mettendola lì dove non può arrivare.

La Roma ha cominciato a giocare quando la Juve ha rallentato: alla ne possesso palla complessivo 60 a 40 per i giallo.
Spalletti ha scelto una formazione compatta dietro, sica in mezzo al campo. Ma Dzeko solo si perde e non è all’altezza di .
Peraltro contro una ottima prestazione di Rugani e Chiellini, Marchisio e soprattutto Sturaro nel mezzo.

Roma pericolosa solo su calci da fermo: da angolo, al 41’, Manolas ha avuto la palla del pareggio, poco fuori dell’area del portiere, colpendo Lichtsteiner sul ginocchio.

Più o meno come ‘l’occasione’ per , che non riesce a girarla verso la porta da 2-3 metri affogato da Rugani.

Spalletti aveva avvicendato Gerson (19 anni, 85 minuti in ) con Salah, semi-acciaccato. Alex Sandro, lo ha affrontato a uomo. Poi dentro El Shaarawy per De , infortunatosi. Rischiando Nainggolan, zoppo, e lottatore no alla ne.

Tuttavia la Juve legittima la vittoria due volte con Sturaro centrandondo la porta e Szczesny oppostosi con due parate strepitose.

Tardivo l’ingresso di Dybala, ma le condizioni di Lichtsteiner, sostituito da Barzagli restando a 4 ed anche quelle di Sturaro, chiedevano di attendere.

La Roma è la miglire del , dove la Juve fa corsa a se. Spalletti non ha per Gerson, la differenza vista in campo l’ha fatta e la solita mentalità bianconera.
La Juve è campione d’inverso con 2 giornate di anticipo e va a Dohga per il primo trofeo della stagione. Poi vacanze.
Dopo Genova, la Juve non ha sbagliato più e difcilmente in , sbaglierà ancora.