ULTIM'ORA

Follia derby: 12 feriti, 5 arresti. Bombe!

Calcio: serie A, Torino-Juventus

di Antonella Lamole - Follia all’inizio di -Juventus con l’esplosione di una bomba carta dentro l’Opico. Il o è di 12 tifosi granata feriti, di cui uno grave ma non in pericolo di vita, trasportati all’ospedale.
Secondo le Forze dell’Ordine, la bomba è stata lanciata dal settore dei tifosi bianconeri verso la Curva Primavera occupata da quelli del T. Altro scoppio a fine partita, senza conseguenze. La Polizia ha arrestato 5 tifosi.

Già prima della partita, in mattinata, c’erano stati scontri tra ultras con lancio di sassi e uova.
Poi l’arrivo della Juve allo stadio con un vetro rotto al pullman per lancio di bottiglie.
Quindi la follia sugli spalti da condannare e qualcuno che dovrà spiegare: è ancora possibile introdurre una bomba carta dentro uno stadio?

Beppe punta la stampa dopo la sassaiola che ha investito il pulman della Juve.
“Sicuramente si è trattato di un fatto di grave violenza. Secondo me preventivabile, frutto di alcuni giornalisti della vostra classe, che spesso usano un linguaggio assolutamente contro di noi, non valutando i meriti sportivi. C’è chi ci ha definiti ladri. E’ normale che poi le conseguenze siano queste. La speranza è che non si arrivi a fatti più gravi, di cui tutti ooi dovremmo pentircene”.

Anche il ds del , Gianluca Petrachi, condanna: “Non ci siamo accorti di nulla perché siamo arrivati dopo il pullman della Juve. Dispiace perché il derby è festa di sport e il calcio è passione sana. Ora si parli solo di calcio giocato”.

Non sono gravi i nove tifosi feriti per il lancio di una bomba carta allo stadio Opico, all’inizio del derby tra e Juventus. Accompagnati in ospedale, soltanto uno è stato ricoverato in osservazione al Mauriziano per avere respirato del fumo. Tutti gli altri sono invece stati dimessi dopo essere stati visitati all’ospedale Cto. La polizia è al lav, attraverso l’esame dei filmati delle videocamere di sorveglianza, per risalire ai responsabili del lancio della bamba carta e degli altri oggetti. Secondo i primi accertamenti la bomba cartasarebbe stata lanciata dal settore dei tifosi della Juventus verso quelli del . Il lancio all’inizio della partita, nel corso di un reciproco lancio di pedi, fumogeni e altri oggetti. Al momento sono tre i tifosi, due della Juve e uno del , arrestati dalla polizia per il lancio di bombe carta, fumogeni e altri oggetti all’interno dello stadio. Altri due tifosi sono stati arrestati per gli incidenti prima della partita; uno è stato denunciato per i sassi contro il pullman della Juve.

Alcune centin di tifosi del hanno invaso via Filadel, all’arrivo del pullman della Juventus. Qualche de ha provato a sbarrare il passo, ma l’autista ha accelerato e i tifosi si sono scansati colpendo a calci e pugni il mezzo che ha proceduto regolarmente verso l’ingresso dell’Opico. Esplosi anche due g pedi.

Una de di minuti più di, nella stessa via Filadel, che conduce allo stadio Opico, è transitato il bus con la comitiva del , che è passato tra due ali di folla entusiasta, che gridava ‘Uccideteli’.

Nell’ultimo tratto di strada, prima di entrare nello stadio Opico, il pullman della Juventus – si è appreso più di – è stato danneggiato: un vetro esterno è stato infranto dal lancio di oggetti da parte di un gruppo di sostenitori granata, che hanno scagliato contro il mezzo dei bianconeri anche delle uova.

. La Polizia ha arrestato 5 tifosi: due Juve e uno del T per il lancio di bombe carta, fumogeni e altri oggetti all’interno dello stadio Opico. Altri due per gli incidenti prima della partita. Uno è stato denunciato per lancio di sassi contro il pullman della Juve.