ULTIM'ORA

Juve: rischio Maximo, Dybala salvatutti!

dybala.benevento.juve.maschera.2017.2018.750x450

di Paolo Paoletti – Sudando freddo, trascinata da un Dybala (21° gol) che in campionato si esprime meglio, la Juve espugna Benevento e sale momentaneamente a +7 sul , atteso al test .

Finisce 4-2 per i bianconeri, raggiunti per due volte sul pari prima del terzo e definitivo gol di Dybala, che stabilisce il nuovo primato personale di reti in Serie A e sfonda le 50 reti con la maglia della Juve.
Diabaté, risponde con una doppietta e 5° gol nelle 3 partite disputate al ‘Vigorito’.

Allegri fa turn-over, costretto da una Juve svuotata dalla batosta . E rischia tanto a Benevento subendo 2 gol, sfiorando il 3-2, salvato solo da 2 calcio rigore – netti – trasformati da Dybala, autore di una tripletta. E da una prodezza di Dougglas Costa!
Fuori Buffon, De Sciglio, Chiellini, Khedira Douglas Costa e Higuain… il Benevento risponde col 4-3-3 di De Zerbi con Guilherme e Brignola a sostegno di Diabaté.

Mandzukic parte bene (annullato un gol per fallo di mano) e anche Cuadrado, la Juve passa al 16° col sinistro telecomandato della Joya, atteso al riscatto dopo l’espulsione in Champions.

Il Benevento, ultimo in classifica ma orgoglioso, pareggia clamorosamente dopo appena 8′, con Diabaté che raccoglie sul secondo palo il tiro-cross di Guilherme dopo un miracolo di Szczesny su Viola.
ferma la difesa bianconera, Allegri ha conferma che il pomeriggio sannita sarà ad altissimo rischio.

I bianconeri ‘camminano’ e solo l’ingenuità di Djimsiti, che aggancia in area Pjanic, costringe l’ Pasqua, richiamato dal Var, a concedere il primo rigore trasformato da Dybala.

La ripresa Juve comincia ancora peggio e la del Benevento premia ancora Diabaté, che al 51′ mette dentro un corner da sinistra, sovrastando Benatia dormiente, inchiodando Szczesny.

Il 2-2 incoraggia i sanniti che sfiorano addirittura il svantaggio con Guilherme. Per poi arrendersi all’uno-due bianconero creato dalla qualità sulla panchina di Allegri: entrano Douglas Costa e Higuain; Gonzalo subisce il secondo rigore – netto – izzato da Dybala. Chiude il capolavoro Di Douglas Costa con un sinistro all’incrocio.

La Juve torna a vincere in trasferta dopo pari a Ferrara (Spal) e sale a +7 (almeno fino a domani) sul . Altro tassello .
Il Benevento esce tra gli applausi ma è anche la 26esima sconfitta in 31 partite.
Serie B sempre più vicina.

VOTI DECISIVI
Puggioni 6. Prende 4 gol: due rigore e due diagonali impossibili. Non poteva farci niente. Il resto è quasi ordinaria amministrazione.
Djuricic 6,5. Crea non pochi patemi al centrocampo bianconeri, con improvvise vampate di classe e .
Diabaté 8. Due gol, uno da opportunista l’altro di testa, che certificano lo stato di grazia del maliano.

Szczesny 6,5. Non è rimasto a guardare, anzi: ha sventato almeno tre chiare occasioni da gol, poco da dire sulle due reti di Diabaté e nel finale un mezzo pasticcio (suo) che poteva costare il 3-4.
Alex Sandro 5. Un po’ lui, un po’ Rugani, un po’ tutti nelle retrovie bianconere, compresi i centrocampisti quando rientravano. E’ come se si fosse spezzato l’incanto dell’inviolabilità. Lo si era capito col , lo si è visto fin troppo col , due gol a Benevento. Fanno 6 reti in tre partite. Non è da Juve.
Pjanic 6. Qualche smor di sofferenza, un pizzico di disagio nella corsa, ma quel che serve per essere lucido a dettare le .
Dybala 8. Tre gol, con due rigori izzati dopo gli stenti suoi dagli undici metri. Ci vuole il miglior Dybala per risolvere la partita. Non è una novità.

TABELLINO. BENEVENTO- 2-4
Benevento (4-2-3-1): Puggioni 6; Sagna 6,5, Djimsiti 6, Tosca 5,5, Venuti 6; Viola 6, Sandro 6 (36′ st Del Pinto sv); Brignola 6 (18′ st Cataldi 6), Guilherme 6, Djuricic 6,5; Diabaté 8 (25′ st Iemmello 6).
A disposizione: Brignoli, Rutjens, Coda, Gyamfi, Billong, Sanogo, Volpicelli, Lombardi, Sparandeo.
Allenatore: De Zerbi 6,5

(4-3-2-1): Szczesny 6,5; Lichtsteiner 6, Benatia 6, Rugani 5,5, Alex Sandro 5,5; Marchisio 6, Pjanic 6,5, Matuidi 6 (18′ st Higuain 6,5); Cuadrado 6 (13′ st Douglas Costa 7), Dybala 8,5; Mandzukic 6 (33′ st Khedira sv). A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Chiellini, Howedes, Asamoah, De Sciglio, Bentancur, Sturaro.
Allenatore: Allegri 6,5

: Pasqua 6
Marcatori: 16′ Dybala (J), 24′ Diabate (B), 48′ Dybala (J) rig, 6′ st Diabate (B), 29′ st Dybala (J) rig
Ammoniti: Mandzukic

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply