ULTIM'ORA

Juve: rischio Maximo, Dybala salvatutti!

dybala.benevento.juve.maschera.2017.2018.750x450

di Paolo Paoletti – Sudando freddo, trascinata da un Dybala (21° ) che in si esprime meglio, la Juve espugna Benevento e sale momentaneamente a +7 sul Napoli, atteso al test Chievo.

Finisce 4-2 per i bianconeri, raggiunti per due volte sul pari prima del terzo e definitivo di Dybala, che stabilisce il nuovo personale di reti in Serie A e sfonda le 50 reti con la maglia della Juve.
Diabaté, risponde con una doppietta e 5° nelle 3 partite disputate al ‘Vigorito’.

fa turn-over, costretto da una Juve svuotata dalla batosta . E rischia tanto a Benevento subendo 2 , sfiorando il 3-2, salvato solo da 2 calcio rigore – netti – trasformati da Dybala, autore di una tripletta. E da una prodezza di Dougglas Costa!
Fuori Buffon, De Sciglio, Chiellini, Khedira Douglas Costa e … il Benevento risponde col 4-3-3 di De Zerbi con Guilherme e Brignola a sostegno di Diabaté.

Mandzukic parte bene (annullato un per fallo di mano) e anche Cuadrado, la Juve passa al 16° col sinistro telendato della Joya, atteso al riscatto dopo l’espulsione in .

Il Benevento, ultimo in classifica ma orgoglioso, pareggia clamorosamente dopo appena 8′, con Diabaté che raccoglie sul secondo palo il tiro-cross di Guilherme dopo un miracolo di Szczesny su Viola.
ferma la difesa bianconera, ha conferma che il pomeriggio sannita sarà ad altissimo rischio.

I bianconeri ‘camminano’ e solo l’ingenuità di Djimsiti, che aggancia in area Pjanic, costringe l’arbitro Pasqua, richiamato dal Var, a concedere il primo rigore trasformato da Dybala.

La ripresa Juve comincia ancora peggio e la del Benevento premia ancora Diabaté, che al 51′ mette dentro un corner da sinistra, sovrastando Benatia dormiente, inchiodando Szczesny.

Il 2-2 incoraggia i sanniti che sfiorano addirittura il svantaggio con Guilherme. Per poi arrendersi all’uno-due bianconero creato dalla qualità sulla panchina di : entrano Douglas Costa e ; Gonzalo subisce il secondo rigore – netto – izzato da Dybala. Chiude il capolavoro Di Douglas Costa con un sinistro all’incrocio.

La Juve torna a vincere in trasferta dopo pari a Ferrara (Spal) e sale a +7 (almeno fino a domani) sul Napoli. Altro tassello scudetto.
Il Benevento esce tra gli applausi ma è anche la 26esima sconfitta in 31 partite.
Serie B sempre più vicina.

VOTI DECISIVI
Puggioni 6. Prende 4 : due rigore e due diagonali impossibili. Non poteva farci niente. Il resto è quasi ordinaria amministrazione.
Djuricic 6,5. Crea non pochi patemi al centrocampo bianconeri, con improvvise vampate di classe e agonismo.
Diabaté 8. Due , uno da opportunista l’altro di testa, che certificano lo stato di grazia del maliano.

Szczesny 6,5. Non è rimasto a guardare, anzi: ha sventato almeno tre chiare occasioni da , poco da dire sulle due reti di Diabaté e nel finale un mezzo pasticcio (suo) che poteva costare il 3-4.
Alex Sandro 5. Un po’ lui, un po’ Rugani, un po’ tutti nelle retrovie bianconere, compresi i centrocampisti quando rientravano. E’ come se si fosse spezzato l’incanto dell’inviolabilità. Lo si era capito col Milan, lo si è visto fin troppo col , due a Benevento. Fanno 6 reti in tre partite. Non è da Juve.
Pjanic 6. Qualche smor di sofferenza, un pizzico di disagio nella corsa, ma quel che serve per essere lucido a dettare le ree.
Dybala 8. Tre , con due izzati dopo gli stenti suoi dagli undici metri. Ci vuole il miglior Dybala per risolvere la partita. Non è una novità.

TABELLINO. BENEVENTO-JUVENTUS 2-4
Benevento (4-2-3-1): Puggioni 6; Sagna 6,5, Djimsiti 6, Tosca 5,5, Venuti 6; Viola 6, Sandro 6 (36′ st Del Pinto sv); Brignola 6 (18′ st Cataldi 6), Guilherme 6, Djuricic 6,5; Diabaté 8 (25′ st Iemmello 6).
A disposizione: Brignoli, Rutjens, Coda, Gyamfi, Billong, Sanogo, Volpicelli, Lombardi, Sparandeo.
Allenatore: De Zerbi 6,5

Juventus (4-3-2-1): Szczesny 6,5; Lichtsteiner 6, Benatia 6, Rugani 5,5, Alex Sandro 5,5; Marchisio 6, Pjanic 6,5, Matuidi 6 (18′ st 6,5); Cuadrado 6 (13′ st Douglas Costa 7), Dybala 8,5; Mandzukic 6 (33′ st Khedira sv). A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Chiellini, Howedes, Asamoah, De Sciglio, Bentancur, Sturaro.
Allenatore: 6,5

Arbitro: Pasqua 6
Marcatori: 16′ Dybala (J), 24′ Diabate (B), 48′ Dybala (J) rig, 6′ st Diabate (B), 29′ st Dybala (J) rig
Ammoniti: Mandzukic