ULTIM'ORA

Juve poker europeo, Dinamo ridicola!

Dinamo Zagreb vs Juventus FC

di Paolo Paoletti - Diciamola tutta: la Dinamo momentaneamente a Sopic – da domani c’è Penev Cittì della Bulgaria – è impresentabile: 7 subiti nelle prime 2 di …3 a Lione, 4 dalla Juve.
Sgangherata e senza nerbo, Sopic l’ha mandata in totale confusione cambiandoo sistema di gioco 4 volte in 90′.

La Juve ne ha fatti 4, con più corsa e volontà il risultato sarebbe stato tennistico, come fa il Barcellona.

Il rilievo non è da poco: la non è la serie A, non si fanno sconti, non basta amministrare… ma il poker di Zagabria allenta critiche e polemiche. Allenta non cancella.
Lo 0-0 col Siviglia, bruciava. Adesso la Juve – che deve chiudere il girone al primo posto – è tornata in testa con gli spagnoli.

Sembrerebbe il Siviglia (4 punti) passato sul Lione l’antagonista per il primo posto e la sfida decisiva si giocherà in Spagna il 22 novembre. Prima – 18 ottobre – in i bianconeri capiranno di più di loro stessi e di questa , che va assestandosi di partita in partita.

Per adesso i e la evidenziano l’importanza della differenza reti a +4 come i punti.
Non è stato facile anche a Zagabria: per 25′ quando Pjanic ha sbloccato, la Dinamo era tutta dietro la linea della palla infando manovra e area di rigore. Come mai in .

La Juve confermava deficit di corsa e brillantezza. Il 4-5-1 di Sopic puntava allo 0-0: linee ravvicinate, densità, protezione della difesa. Poi una fesseria di Sigali su lancio di Bonucci ha aperto la strada dell’1-0 con tocco felpato di Pjanic presentatosi davanti a Semper.

Un nuovo errore di Benkovic, ha favorito controllo di petto e appoggio di sinistro di che raddoppiava su assist di Pjanic. Alla mezz’ora (31’) partita chiusa anche perché, Juve era uscita salva da una traversa di Schildenfeld.

Buffon non ha toccato palla per tutta la partita.
E Allegri mettendo Cuadrado per Pjanic (caviglia dolorante e gonfia) per passare prima al 3-4-3; poi con Pjaca e Mandzukic, al 4-2-3-1, ha provate alternative in corsa che la squadra non gradisce e non ha ancora metabolizzato.

Non c’entra il sistema di gioco con le reti di Dybala, sinistro da trenta metri, e Dani Alves, deviato prima da Shildenfeld e buttato in porta dal portiere Semper.

La Juve sembra in leggera ripresa soprat in Khedira.
Pjanic è il migliore nonostante soli 45′.
è già stufo delle sostituzioni.
Mandzukic, per , è in totale confusione oltre che incazzatissimo. Sisbna un fatto ed era successo anche a Palermo, dove la squadra ha sofferto inutilmente proprio per il divorato dal croato.
La difesa, come a Palermo, si è salvata. Ma è ancora mittente: dare 2 occasioni a questa Dinamo accusa.

Ingiudicabili Dani Alves ed Evra per inferioprità manifesta dell’avversario.
Hernanes è stato una comparsa.

NOTE. sul velluto, netto il 4-0.
Al 23′ Pjanic sblocca con un bel tocco sotto e al 31′ manda in porta per il raddoppio.
Nella ripresa Dybala con un siluro all’anino da 30 metri e nel finale Dani Alves approfitta di una papera clownesca del portiere.

.
Pjanic 7,5. Dura 45′ quanto basta per sbloccare la partita anticipando Semper in uscita. Poi pesca davanti al portiere per il raddoppio
7 . Segna in dopo 5 anni: controllo e tiro- sono una perla.
Dybala 7. Si sblocca da trenta metri. Ritrova i suoi , non è ancora lucido negli ultimi metri ma Higauin lo vuole suo assist-man.

TABELLINO. DINAMO ZAGABRIA- 0-4
Dinamo Zagabria (4-3-3): Semper 5; Situm 5,5, Sigali 5, Schildenfeld 5,5, Pivaric 5; Antolic 5 (27′ st Machado 5), Benkovic 4,5, Jonas 5,5 (3′ st Fiolic 5); Soudani 5, Fernandes 5 (13′ st Hodzic 5), Pavicic 5.
A disposizione: Livakovic, Henriquez, Gojak, Peric.
Allenatore: Sopic 5

(3-5-2): Buffon sv; Barzagli 6 (23′st Pjaca 6), Bonucci 6, Chiellini 6; Dani Alves 6,5, Khedira 6,5, Hernanes 6,5, Pjanic 7,5 (1′ st Cuadrado 6), Evra 6,5; 7 (25′st Mandzukic 6), Dybala 7.
A disposizione: Neto, Al Sandro, Lemina, Pjaca, Sturaro.
Allenatore: Allegri 6,5.

Arbitro: De Sousa
Marcatori: 23′ Pjanic, 31′ , 13′ st Dybala, 40′ st Dani Alves