ULTIM'ORA

Juve in ginocchio: Dybala e Perin salvatutti!

Soccer: Serie A; Bologna-Juventus

di Antonella Lamole - La vince 1-0 a Bologna senza sorrisi e segnali di cui l’Atletico Madrid debba preoccuparsi.
A volerla dire tutta, i bianconeri sono a pezzi e in vista del ritorno di fa bene Paratici a rifiutare ogni alibi, ogni scusa.

Squadra stanca fisicamente e di testa, giocatori sulle gambe, individualità irriconoscibili, salvati stavolta da una giocata di Dybala entrato a metà del secondo tempo.

Cr7 assente ingiustificato, ma non è lui la causa del crollo bianconero!

Una servita ad per sciacquare le scorie della batosta madrilena, almeno per l’ambiente.
La squadra sa benissimo di vivere il momento decisivo della stagione senza forze e senza stimoli.

Dybala va ringraziato per aver tenuto lontane urla e grida dietro l’ano tra San Paolo ed il ritorno di .
Con l’Udinese di mezzo dopo la trasferta napoletana.

Può ben recriminare il Bologna per un palo nel , seppur deviato da Perin che ha salvato risultato e faccia.

DECISIVI
MATUIDI 6. Tiene in piedi il centrocampo bianconero facendo scorrere il contachilometri. Sembra che sia dappertutto, recupera palloni e fa ripartire l’azione, tenta anche qualche incursione dalle parti dell’area avversaria. Nel 4-4-2 sembra trovarsi perfettamente a suo agio.

BENTANCUR 6,5 – Mostra inizialmente qualche ite di personalità, forse anche a causa della modifica tattica che lo accentra rispetto all’impiego recente. Parte con un cartellino giallo dopo pochi minuti e deve giocare con il freno a mano tirato per non rischiare il bis. Promette bene l’inizio del secondo tempo con un “coast-to-coast” palla al piede e poi mantiene la promessa perché da qui alla fine non sbaglia praticamente più niente.

RONALDO 5. Se a Madrid è stato praticamente nullo, a Bologna ha continuato più o meno sulla stessa lunghezza d’onda. Poche idee e abbastanza confuse, sguardo perso nel vuoto, troppo poco per un soggetto della sua importanza storica.

MANDZUKIC 5. Per una buona parte della stagione è stato l’arma in più della Juve, l’uomo in grado di far rendere Ronaldo al massimo delle sue possibilità prendendosi anche la sua giusta parte di gloria personale. Ma anche il croato, come il suo illustre compagno d’attacco, attraversa un momento di scarsissima forma e quando è così fa fatica anche quando c’è da fare a sportellate.

BERNARDESCHI 5. Nella scarsezze di idee della Juve, l’ex è uno dei pochi a prendere iniziative e a tentare incursioni produttive dalle parti di Skorupski. La poca collaborazione dei compagni rende parzialmente inutili le sue penetrazioni ma almeno fa vedere di essere in condizione. POLI 7 – Il tempo gli ha dato fisico e sapienza. E magari qualche lezione di Mihajlovic ha aggiunto un carico di onesta cattiveria. Padrone del centrocampo per quasi tutta la partita, instancabile nel lavoro di taglia e cuci, si esalta a un certo punto del secondo tempo andando a portare via un pallone pulitissimo a . Il massimo della vita per un presunto gregario.

DYBALA 6,5 Si è adattato suo malgrado al compito che gli è stato affidato. Una manciata di minuti a disposizione per cambiare la partita e missione compiuta molto in fretta. decisivo e messaggio mandato ad per un futuro diverso da quello della panchina.

TABELLINO. BOLOGNA- 0-1
Bologna (4-3-3): Skorupski 6,5; Mbaye 5,5, Danilo 6, Helander 5, Dijks 6; Poli 7 (33′ st Donsah 6), Pulgar 6 (40′ st Falcinelli sv), Soriano 6; Sansone 6,5, Santander 6,5, Edera 6,5 (7′ st Orsolini 6). A disp.: Da Costa, Lyanco, Paz, Nagy, Krejci, Helander, Dzemaili, Svanberg, Calabresi.
Allenatore: Mihajlovic 6,5.

(4-3-3): Perin 7; De Sciglio 5, Rugani 4,5, Bonucci 6, Alex Sandro 4,5 (14′ st Dybala 6,5); Cancelo 5, Matuidi 6,5 (33′ st Pjanic 6), Bentancur 5, Bernardeschi 5 (42′ st Chiellini sv); Ronaldo 5, Mandzukic 5.
A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Caceres, Barzagli, Spinazzola, Kean.
Allenatore: 5.

: Calvarese
Marcatori: 22′ st Dybala (J)
Ammoniti: Pulgar, Sansone (B), Bentancur, Cancelo (J)

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply