ULTIM'ORA

Juve, fatica ma prende il Napoli. No rinforzi!

C_29_articolo_1013186_lstParagrafi_paragrafo_2_upiImgParVert

di Antonella Lamole - Conte chiede rinforzi, Marotta spiega che dovrà arrangiarsi…il o non lo consente!
Conte spiega: “La Roma? Brava, ma visto il calendario in salita, se ci avessero detto che dopo sette giornate saremmo stati secondi con 19 punti avrei messo la firma. In , invece, avremmo meritato qualcosa in più. Rispetto alla scorsa stagione siamo competitivi in campionato, meno in Europa. L La Roma ha superato alla grande lo scontro diretto con l’Inter e il . Tutto è possibile perché la Roma fa molto bene e lo dice uno che quando è arrivato non avrebbe mai pensato di poter vincere lo scudetto. Quest’anno sarà molto più difficile”.

Vince la ntus contro il . In rimonta, in svantaggio dopo 19 secondi per il lampo di Muntari. In 15′ i bianconeri trovano il pareggio con una punizione di Pirlo.
Conte inserisce Giovinco nella seconda parte, il quale al 69′ infila il vantaggio. Mexes si fa espellere e Chiellini indovina il 3-1 che esorcizza la doppietta di Muntari al 90′.

Molta voglia, poca grinta, talento appannato: è questa la ntus contro il . Cui non basta un vantaggio insperato, il cuore, le raccomandazioni di Allegri.

La vittoria di Conte è più importante che bella, sofferta non spettacolare, fondamentale per la continuità che ad inizio stagione quando si gioca in Europa fa la differenza. E per tenere agganciato il a 2 punti dalla Roma.
La squadra ha problemi di forma, sopratutto mentale. Non è facile, in Italia, gestire la ‘pancia piena’ da due scudetti di fila…è questa la vera sfida di Conte che potrebbe essere l’ultima a Torino. La forma non è al top, ma basta per mettere sotto un in gol quando decine di stavano ancora prendendo posto.
I rossoneri, al momento sono incapaci di costruire gioco, tenere palla, reggere il vantaggio. Il 3-2 non riflette quanto espresso dalla squadre: pecche difensive di qua e di là fanno discutere. Come l’arbitraggio di Rocchi, in totale confusione.
Risultato giusto, premia chi ha fatto di più.

PAGELLE.
Pirlo 6,5. Nessun lancio profondo, pochi numeri in mezzo al campo. E’ essenziale, non perde mai la palla ed è decisivo da da fermo. Due dei tre gol bianconeri partono da lui
Giovinco 6,5. Entra e segna. Nemmeno il tempo di segnare sul tabellino il suo ingresso. Dribbling e gol da punta, Conte lo vorrebbe sempre così deciso.
Marchisio 5. Non è nella migliore condizione, un fantasma per buona parte della partita. Deve lavorare parecchio per rubare la maglia a Pogba

Muntari 6,5. La sua doppietta cancella 588 giorni di scherzi sul famoso non-gol. E’ inutile ugualmente
Abbiati 5. Per i primi quindici minuti esalta, si esalta e regala scatti gratis ai fotografi. Poi torna la versione sbiadita di questo inizio stagione: insicuro sulla punizione, poco deciso su Pogba e disastroso coi piedi
Mexes 4. Il francese è famoso per le sue qualità e per i suoi blackout. Allo um si è rivisto il secondo tipo di Mexes, quello che tira un pugno a Chiellini in piena area, quello che invece di spazzare fa un colpo di tacco maldestro in area e quello che imperterrito si fa espellere lo stesso.

TABELLINO. NTUS- 3-2
ntus (3-5-2): Buffon 5,5; Barzagli 6, Bonucci 5,5, Chiellini 6,5; Padoin 5 (10′ st Pogba 6,5), Vidal 6, Pirlo 6,5, Marchisio 5, Asamoah 6; 6,5 (40′ st Llorente sv), Quagliarella 5,5 (22′ st Giovinco 6,5). A disp: Storari, Rubinho, Ogbonna, Motta, De Ceglie, Peluso, Isla.
Allenatore: Conte 6

(4-3-1-2): Abbiati 5; Abate 5,5, Zapata 5,5, Mexes 4, Constant 5,5; Nocerino 6 (31′ st Niang sv), De Jong 6 (40′ st Poli sv), Muntari 6,5; Montolivo 6; 5,5 (31′ st Zaccardo sv), Matri 5. A disp.: Amelia, Gabriel, Emanuelson, Saponara.
Allenatore: Allegri 5

Arbitro: Rocchi 4.
Marcatori: 1′ Muntari (M), 15′ Pirlo (J), 24′ st Giovinco (J), 30′ st Chiellini (J), 45′ st Muntari (M)
Ammoniti: Bonucci (J); De Jong, Constant, Muntari (M). Espulsi: 30′ st Mexes (M) per somma di ammonizioni