Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 1: parser error : EntityRef: expecting ';' in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: na 33 partite, mentre il Barcellona, con una gara in meno rispetto ad Allegri&Co in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220
ULTIM'ORA

Nell’attacco di Max, il Settimo segreto!

download

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: Entity: line 1: parser error : EntityRef: expecting ';' in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: na 33 partite, mentre il Barcellona, con una gara in meno rispetto ad Allegri&Co in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

Warning: DOMDocumentFragment::appendXML() [domdocumentfragment.appendxml]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/plugins/simple-tags/inc/class.client.autolinks.php on line 220

di Antonella Lamole - Gli 84 a segno dai bianconeri a 180′ dalla ne del campionato sono un nuovo record negli Sessant’anni. Mai la Juve aveva segnato così tanto nei suoi quasi 7 scudetti: l’ di è stata la vera chiave del Settimo.
Accostandosi al Trio Magico che nel 1959-60 ne segnò addirittura più di 90.

Dal 2011 con no al 20 maggio con , ma verosimilmente già il pmo weekend all’Olimpico contro la Roma sarà festa tricolore, di nuovo. Nel segno ancora una volta della miglior difesa del campionato, come già da 7 stagioni a questa parte, ma quest’anno con la novità dei 4 attaccanti lanciati da dopo Genoa che ha raddoppiato le reti e alzato l’asticella dei record.

Dybala e Higuain, ma anche Mandzukic, Douglas Costa, Cuadrado e Bernardeschi.

I segreti di questa Juve sono proprio lì, dove uno dei suoi attaccanti riesce sempre a decidere la partita.
A turno, a volte tutti insieme, ma il non manca (quasi) mai, e non stupisce che le 84 reti segnate alla 36a giornata (con un +61 di differenza reti) siano record storico per i bianconeri negli sessant’anni.

Mai la Juve aveva infatti fatto così bene sotto porta, meglio dei 72 alla terzultima di campionato dell’anno scorso, e dei 76 allo stesso punto del 2013-14.
Solo nel lontanissimo 1959-60, in un campionato che di partite totali ne contava solo 34, era arrivato un numero più alto, con 92 centri (e un +59 di differenza reti) fatto registrare da certi signori chiamati Giampiero Boniperti, John Charles e Omar Sivori, passati alla storia come Il Trio Magico.

I VERI 3 TENORI. Mancano 8 alla Juve di oggi per raggiungere la Juve di allora, e difcilmente Higuain e Dybala arriveranno ai numeri di Sivori e Charles, anche perché in quel 1959-60 i due ci misero appena 34 partite per confezionare gli oltre novanta centri complessivi in campionato.

Charles, gallese alto quasi un metro e novanta, segnò 23 in 34 partite. Uno di media ogni 133 minuti, e in totale nella sua storia bianconera oltre 90 in poco più di 150 partite.
Meglio di lui, e capocannoniere assoluto del campionato, fu però un allora ventitreenne Omar Sivori.

I suoi numeri? 28 in 31, uno ogni 93’ (meglio di Dybala). Statistiche che lo porono poi al quinto posto dei marcatori all time dei bianconeri, alle spalle di Trezeguet, Bettega e Giampiero Boniperti, secondo solo ad Al Del Piero nella storia e uomo da 7 centri nella cavalcata del 59-60 che lo portò al quarto di cinque scudetti bianconeri.

In quell’anno ci andarono anche Bruno Nicolé con un tondo numero dieci nella casella delle reti, Gino Stacchini – ala di mestiere – con otto, e Giorgio Stivanello con due.