ULTIM'ORA

Juve fa 102, 19 su 19 a Torino. Conte sì, niente walzer.

guidolin-stagione-non-esaltante_183083ed-770f-4a7a-ac56-8b0b34b3ad2e

di Antonella Lamole – Con il 3-0 al Cagliari dopo 45′, Conte fa 102 punti, record in . E chiude anche l’ultimo primato: percorso netto nelle partite allo , 19 vittorie su 19.
Nei 5 migliori campionati europei, la Juventus diventa la squadra ad aver fatto più punti in un solo anno. Ci sarebbe il Celtic, che nel 2000-01 ne fece 103. Ma in Scozia, torneo che ‘vale meno’.
Antonio Conte lascia alle spalle squadroni: in l’ di Mancini fermatasi a 97; in Spagna Real Madrid e Barcellona, nelle ultime due stagioni avevano chiuso entambe a 100.
Il Benfica, nel ’90-91, di punti ne ottenne 101 ma all’epoca la vittoria valeva 2.
I 102 di questa Juventus arrivano al culmine di un percorso che il suo allenatore ha ricostruito dopo 2 settimi posti: 3 anni magici, segno della rinascita immediata, voluta ma inattesa, sicuramente travolgente.

La festa è cominciata prima della partita: tra i si perchè Tuttosport ha pubblicato la notizia dell’accordo con l’allenatore raggiunto venerdi notte.
Il suo ingaggio annuo passerà a 4,5 milioni di euro, da tecnico più pagato della Serie A, ma soprattutto Agnelli ha presentato un progetto triennale per far tornare il nell’elite europea.
Bloccati Nani ed Evra dal Manchester United non graditi a Conte la Juve proverà per almeno uno tra Mario Mandzukic del Bayern Monaco e Alexis Sanchez del Barcellona.
Per il tedesco c’è l’esse anche di , Chelsea e Manchester United. La Juventus metterà sul piatto tra 15 e 18 milioni. Cifra insufficiente per ottenere Cavani, prima scelta.

Conte e la Juventus potrebbero annunciare nel corso della festa .
La firme a metà della prossima settimana. Il rapporto è stato ricucito con la mediazione del presidente Andrea Agnelli, attento alle esigenze espresse dal tecnico nelle ultime settimane. Ma ha pesato anche l’amicizia personale.

A Conte nessuno chiederà di vincere la nella prossima stagione, come vogliono i si.
Anche perchè la Juve è convinta che alternative credibili all’attuale allenatore in questo momento non ce ne siano.

Il walzer della panchine non si ballerà: Garcia non ci ha pesato neanche un attimo alle sirene bianconere, è già ‘daccordo su tutto con , Montella resta a , Seedorf va verso la conferma, a Mazzarri è stato proposto il rinnovo, Il Tottenham ha scherzato con Benitez.
L’accordo Juve-Conte ha consentito a Vincenzo di togliersi una pietra dalla scarpa: “Nel mio contratto c’è una clausola rescissoria di circa 6 milioni ma può decadere automaticamente se l’allenatore è scontento. E’ una cosa concordata fra gentiluomini”. Se avessi voluto, appunto.

Oltre 600 si hanno inneggiato a Conte davanti l’hotel del ritiro bianconero. Cori, applausi, striscioni… Conte è stato costretto a scendere in strada per firmare aurografi e salutare la folla. Se non è già tutto deciso, questo amore è una camera a gas!