ULTIM'ORA

Italbasket da scoprire, Messina: faccia tosta!

EuroBasket 2017

E’ un’Italia tutta da scoprire quella che si affaccia all’Europeo di basket al via domani, e di sicuro non baciata dalla fortuna. Un incognita per lo stesso ct Ettore na, “curioso di andare in campo” contro Israele per cominciare a capire dove potrà condurre la prima di passare il testimone a Meo Sacchetti. L’incertezza in parte anche ta agli infortuni in serie – prima Danilo Gallinari, ora Davide Pascolo – che hanno stravolto il roster e lasciato basito anche il presidente, Gianni Petrucci: “Sono convinto che nello sport non esista la sfortuna ma non so davvero come denire quello che ci sta succedendo – afferma alla vigilia -. Passo dopo passo vedremo dove arriveremo”.

I pronostici vedono l’Italia farsi largo no agli ottavi, ma per andare oltre occorrerà dare , con il massimo ap anche da chi si affaccia per la prima volta su questo palcoscenico. “Aiamo cinque giocatori all’esordio assoluto in una manifestazione come questa – sottolinea na, riferendosi ad Abass, Biligha, Burns, lloy e Baldi , in arrivo oggi per sostituire Pascolo – servirà la loro faccia tosta e la voglia di fare le cose insieme”.

“Aiamo un gruppo di giocatori determinati e con la voglia di fare qualcosa di buono insieme. Sono ottimista per natura, la squadra ha lavorato bene e aiamo la coscienza a posto”, chiosa Petrucci, mentre il capitano, Gigi Datome, sprona i compagni ad “avere ducia in noi stessi, nel sistema e fare con continuità”. Israele in casa è da prendere con le molle, ma per l’esperto capitano bisogna vincere la paura: “Giocare qui non è mai fa, ma negli anni ho imparato a dare il giusto peso a queste situazioni. L’importante sarà controllare il ritmo e non lasciarlo in mano avversaria”.

“Hanno talento offensivo e ritmo alto, sarà importante mantenere il controllo dei rimbalzi e fare canestro”, spiega na, che comunque non teme un’eventuale scontta: “Mi è già capitato di perdere all’esordio, ad esempio con la Virtus: l’anno in cui vincemmo l’Euro cominciammo con una scontta in casa e anche all’Europeo 2015 la iniziò perdendo con la Turchia”. Il ell’Italia, il B, comprende anche Lituania, Ucraina, Germania e Georgia, con i lituani favoriti per il primo posto. La posizione degli azzurri sarà importante per evie incroci pericolosi ai sedicesimi, da dove il torneo comincerà davvero. Per il successo nale, tra le 24 partecipanti, le più quotate sono la Spagna di Sergio Scariolo, vincitrice di tre delle ultime quattro edizioni, e forte del duo-Nba Gasol, e la Serbia allenata da Aleksandar Djordjevic. Francia e Grecia sono le outsider.