ULTIM'ORA

Inter: miglior difesa, 2°attacco, esame Barça!

LAPR0036-221-kLpB-U3101189942591pE-620x349@Gazzetta-Web_articolo

di Nina Madonna - Il clou del lavoro di Luciano Spalletti adesso passa dalla e la prossima con il deciderà la stagione in vista di un calendario tico dopo la sosta: Tottenham, Roma e di fila.

-Barcça è anche una sfida tra modelli societari e quello catalano attira molto Steven Zang ieri presente a un evento Ferrari, dove ha confermato: “Il è l’avversario giusto per noi”.

Per avvicinarsi a quello che è ‘mes que un ’ le spinta sarà tutta sui ricavi con l’obiettivo di superare 400 milioni il prima possibile, aumentando i ricavi da stadio.

. C’è un aspetto del modello Barça che colpisce molto il nuovo presidente nerazzurro ed è la costante presenza dei della Masia in prima squadra.
Zhang è convinto che il settore le dell’ sia un’eccellenza utile non solo sul per sistemare i bilanci, ma valore aggiunto soprattutto in prima squadra.

Più del vivaio inseriti in un gruppo solido e vincente per valorizzarli all’no del e non a favore di altre società: è la scelta che i aspettano da tempo e avvicinerebbe di più l’ al cuore del tifo.

I NUMRI. Quelli che anno capire l’ in questo momento sono 5: i 5 gol segnati al Genoa (secondo attacco del campionato), i 25 punti in classifica, i soli 6 gol subiti (record nei 5 maggiori campionati con l’Atletico Madrid), 3 gol italiani in una gara, 20 titolari.

Il calcio prova a cambiare ma il Italia il dato della difesa resta vincente!
Meno gol subisci, più sali in classifica.

Il nerazzurro ha puntato su giocatori d’attacco: Martinez, Keita, Politano, Nainggolan… ma il lavoro sulla difesa con De Vrij, Asamoah e Vrsaljko ha dato solidità e sicurezze. Anche se, mporaneamente, Spalletti ha il secondo attacco della serie A.

Sei i gol subiti, ma 6 anche gli anni da quando i nerazzurri non segnavano 3 gol italiani in una partita (nel 2012 un 5-0, al Parma, con reti di Thiago Motta, Pazzini e Faraoni).
Una curiosità utile a smontare i detrattori sui pochi italiani in squadra.

E infine il 20, come i giocatori partiti titolari in questa stagione.
Un anno fa Spalletti ne aveva lanciati 14, segno che tutta la squadra è sul pezzo e anche l’allenatore si fida nel turn over necessario in .

A proposito di Europa, sono tutti numeri utili: arriva il e servirà non prendere gol, con Messi convocato, e per fare i punti necessari al passaggio agli .