ULTIM'ORA

Insigne: “voglio restare a vita”. Ma il club…

url

di Nino Campa - “Spero di rese per sempre a , perchè ho sempre desiderato indossare questa maglia per tutta la vita. Poi si sa che non dipende solo dal calciatore, ma dalla società. Ho rinnovato un contratto di cinque anni, penso a giocare. Il mio o è rimanere più a lungo possibile nella squadra dove mi sono formato e per la quale il mio cuore palpita. A chi mi sento simile? Sono vicino a Cannavaro, perchè siamo un po’ scugnizzi”.

INTER. “Quando ero alla scuola ho fatto vari provini, prima con il poi con l’Inter. Poi venivo sempre scartato perchè dicevano che ero bassino. Poi l’ direttore del settore le del Peppe Sant mi ha portato qua. Avevo undici anni. Mi ricordo la notte prima del debutto in , ero a Castelvolturno ed era il primo anno dopo Pescara. Ho esordito contro il e ho fatto gol”.

MITI. “Il giocatore che mi ha più impressionato in Nazionale è Pirlo. E’ un grande campione, sono orgoglioso di aver giocato con lui. Poi , non me l’aspettavo così forte. Il difensore che mi ha fatto soffrire di più è Barzagli. E’ un grande giocatore e un bravo ragazzo. Sta sempre al suto posto, è educato ed è l’unico che mi tiene botta”.