ULTIM'ORA

Udine, Insigne resuscita e il Napoli riparte: 2-1!

insigne.esulta.napoli.20161.750x450

di Nino Campa - Il Napoli batte 2-1 l’Udinese, grazie alla doppietta di Lorenzo Insigne, che torna al gol dopo 7 mesi e 17 match di A. Alla Dacia Arena, dopo un primo tempo tattico e senza reti, l’attaccante azzurro segna due gol in 10 minuti (2′ e 12′) e coglie anche una traversa, complice la deviazione di Karnezis. Per l’Udinese, accorcia Perica al 14′. Il Napoli sale a 24 punti in classica, in zona Champions League. Per i friulani, secondo ko dell’era Delneri.

Dopo 223 giorni e 17 gare, Lorenzo Insigne è tornato al gol in Serie A, e lo ha fatto nel modo più dolce: ha infatti realizzato una doppietta in dieci minuti, tra il 47′ e il 57′, che ha concesso ai partenopei di sbancare il Friuli, maledetto nel quale il Napoli non vinceva dal 2007. I azzurri lo aspettavano: quest’anno non è iniziato in maniera facile per il classe ’91, autore di diverse prove incolori e reo di aver fallito il rigore in casa con il Besiktas nel match di Champions League, poi perso dalla squadra di Sarri. Una prestazione alla Insigne, nalmente: due gol da opportunista, uno su assist di e uno su uno svarione difensivo del bianconero Widmer, ma una prestazione convincente per tutti i 79′ minuti trascorsi in campo, nei quali il napoletano ha anche colpito una traversa.

TRA NAZIONALE E MERCATO – Insigne sembra potersi nalmente lasciare alle spalle le tante difcoltà di un periodo nero, in cui ha dovuto incassare i schi del pubblico di Napoli, il no di De Laurentiis alla richiesta di con ingaggio portato a 4 milioni di euro e nei primi mesi dell’anno anche l’esclusione dal giro della nuova Nazionale di Ventura, ritrovata negli appuntamenti: le prime due reti della stagione sono importanti soprattutto dal punto di vista psicologico, anche in vista del continuo ballottaggio per il tridente offensivo titolare. Due reti che allontanano anche le voci di mercato: e Valencia continuano a sorvegliare la situazione dello scugnizzo, ma ora Lorenzo il Magnico vuole riprendersi Napoli, con il . E l’, da titolare.

VOTI DECISIVI.
Koulibaly 6,5. Primo tempo perfetto: prestanza sica e concentrazione su ogni palla. Cala nella ripresa, rischiando anche il rigore.
Insigne 7. Solito primo tempo: si vede poco, sbaglia molto. Metamorfosi in 10′ da protagonista, in cui segna 2 gol e ne sbaglia altrettanti.
Mertens 6. Generoso, moto perpetuo, soffre nei primi 45′ imbrigliato dalla difesa udinese. Nella ripresa con più libertà, Karnezis trema.

Perica 6,5. Miglior ingresso in campo non poteva sperare. Va in gol al primo pallone toccato e si spende per cercare il pari.
Thereau 5. Il francese non si vede mai. La sua presenza passiva nuoce all’Udinese, che avrebbe certo beneciato del suo apporto.
Widmer 5. Non una serata memorabile per il difensore, che nel primo tempo tiene, poi sbaglia la valutazione sul 2-0 di Insigne.

TABELLINO. UDINESE-NAPOLI 1-2
Udinese (4-3-3): Karnezis 6,5; Widmer 5, Danilo 6, Wague 6, Felipe 5,5; Fofana 6, Kums 6 (30′ st Jankto 6), Badu 6; Matos 5,5 (8′ st Perica 6,5), Zapata 6,5 (36′ st De Paul sv), Thereau 5.
A disp.: Scuffet, Perisan, Samir, Angella, Heurtaux, Adnan, Balic, Evangelista, Kone, De Paul. All.: Delneri
Napoli (4-3-3): Reina 6; Hysaj 6,5, Chiriches 5,5, Koulibaly 7, Ghoulam 6; Allan 6, Diawara 6,5, 6 (27′ st Zielinski 6) ; 6,5, Mertens 6,5 (42′ st El Kaddouri sv), Insigne 7 (34′ st Giaccherini sv).
A disp.: Rel, Sepe, Albiol, Tonelli, Maksimovic, Strinic, Maggio, , Rog. All.: Sarri
Arbitro: Banti
Marcatori: 2′, 12 st Insigne (N), 14′ st Perica (U)
Ammoniti: Felipe