ULTIM'ORA

Insigne-Italia, rapporto difficile: ecco il suo destino!

AFP_S24TI-152-kjKB-U2202944750438uC-620x349@Gazzetta-Web_articolo

di Paolo Paoletti - -Nazionale, rap difficile!
Anche in Svezia, Lorenzo ha pagato le scelte di Ventura restando fuori per larga parte dalla prima sfida spareggio per i Mondiali in Russia.
Entrato a 20 minuti dal termine ha prima sbagliato posizione nel ruolo di mezzala classica, poi da esterno a sinistra nelle ultime battute è rimasto imbottigliato nel finale sconclusionato degli Azzurri?

Nell’altro azzurro, ha trovato la migliore collocazione nel 4-3-3 di Sarri. Seppur di ripiego dopo un inizio difficile nel ruolo di trequartista.
Va detto quindi che per il deve essere una scelta non un ripiego. Bisogna puntare su di lui costruendo una gioco che possa esaltarlo e non il contrario. Fidando nel suo talento e non a spizzichi e boc.

Ci vuole coraggio certamente e fin qui dalla post , ne , ne Ventura lo hanno fatto.
Pochi munuti agli Europei con un Cittì che lo chiamò in tremis, dentro-e-fuori con Ventura che anche con questo dubbio arriva a quelli che potrebbero essere gli ultimi 90′ del suo mandato impaurito e confuso.

Non è stato facile per Lorenzo imporsi: già Mazzarri a lo boccio, dopo il rientro da Pescara e gli anni zemaniani insieme a e Verratti.
Oggi tutti e 3 sono in Nazionale, ma solo e da poco è indiscusso per i tanti gol segnati nella Lazio in due mesi e mezzo. Verratti in Svezia ha vissuto l’ennesima bocciatura. Per pochi minuti da seconda scelta.

A San Siro, lunedi sera, per Lorenzo passa un tram chiamato desiderio: trasre l’Italia al Mondiale.
Ce la farà? Con il numero 10 sulle spalle, che già tante polemiche ha sollevato, si compirà il suo destino! Vedremo se saprà imporsi miglior talento dell’ultima generazione del .
In bocca al lupo!