ULTIM'ORA

FIGC a Gravina, Infantino avverte: “cambiate dentro!”

Gran Gala' del Calcio 2017

di Romana Collina - “Siete qui per cambiare alcune cose. Il commissariamento è una sconfitta, ma ora siete qui e sta a voi cambiare le cose. Deve essere il calcio dal suo interno a risolvere i propri problemi, non serve una tutela esterna”. Così il presidente della Fifa Gianni Infantino all’assemblea della Figc. “Va bene una legge sul limite dei mandati, ad esempio, ma alla Fifa ci si è arrivati dall’interno, con le riforme. E non capisco perchè ricorrere alla giustizia ordinaria se c’è una giustizia sportiva che funziona”.

È il giorno X per il del . Dalle 11, nel solito hotel di Fiumicino, è cominciata l’Assemblea elettiva della Federazione Italiana Giuoco Calcio, che sceglierà Gabriele Gravina, attuale numero 1 della Lega Pro, successore del commissario straordinario Roberto Faricini.

Gravina è l’unico candidato ad essersi presentato e la vera curiosità è rappresentata dalla percentuale con la quale sarà proclamato.

LA GIORNATA.
Ore 12,51 GRAVINA SI PRESENTA. Prende la parola il candidato alla Presidenza FIGC Gabriele Gravina: “È il completamento di un percorso umano e sportivo, reso possibile da chi mi ha accompagnato negli anni. Ringrazio gli illustri presenti e i fidati compagni di viaggio. Doiamo dare il massimo ora, gettare il cuore oltre l’ostacolo, mettere idee e capacità al servizio del nostro mondo. Siamo il primo linguaggio dei bambini, il linguaggio di chi non parla la nostra lingua: con questo senso di responsabilità doiamo ripartire per quello che può essere un mondo magnifico. Voglio il calcio dei giovani, che non fa differenze di genere, in grado di fare impresa, con certezza delle ree, risanato, che si gioca in impianti funzionali, attento alla tecnologia, del ritorno della Nazionale. Doiamo fare squadra nel rispetto dei ruoli. Il calcio non si gioca da solo”

Ore 12,45 OK CALCIATORI. Prende la parola il Presidente dell’Associazione Calciatori Damiano Tommasi: “Non è facile mettersi la giacca dopo essere stati in campo. Ci aspettano anni che dovranno dare coesione e concretezza. Il nostro compito è portare le seconde squadre in ambito sportivo. La nostra posizione in questi mesi non è stata semplice, aiamo voglia di prenderci le nostre responsabilità. Esperienza di Zambrotta può dare molto, è quello in Federazione con più presenze in Nazionale. Anche noi voteremo Gravina”

Ore 12,36 GLI ALLENATORI. Prende la parola il Presidente dell’Associazione Allenatori Renzo Ulivieri: “Il solo candidato non scalda gli animi ma segna un passaggio fondamentale nella del . Sostenevamo Gravina già mesi fa, non arrivammo la conclusione nonostante il nostro impegno. Vogliamo il diploma per ogni allenatore tra i professionisti”

Ore 12,29 GLI ARBITRI. Prende la parola il Presidente dell’AIA Marcello : “Finalmente da domani si torna a lavorare sul serio. Ci siamo meritati il commissariamento, che non ha prodotto tutti i risultati. Gravina ha la nostra fiducia, non dovete preoccuparvi del nostro mondo perché è organizzato, preparato e apprezzato. I nostri arbitri sono un esempio positivo per tutto lo sport. Il 73%, e spero oggi il 100%, si è ribellato a chi si pone al di fuori delle ree”

Ore 12,18 I DILETTANTI. Prende la parola il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sicilia: “Non doiamo dimenticare che tutto questo è stato possibile perché il 73% ha chiesto l’Assemblea, coraggiosi e ribelli. Giudizio sulla gestione commissariale della LND è negativo, un bilancio che vede risultati negativi. Vedi il contenzioso per il calcio femminile, eravamo disponibili e ci hanno portati in giudizio. E poi la Serie B, al 22 ottobre non sappiamo chi partecipa alla B e chi alla C. Guardiamo al , ma non possiamo dimenticare il passato. Rivendico la nostra coerenza nel tempo sulle e i candidati”

Ore 12:,13 LA LEGA PRO. Prende la parola il Vicepresidente della Lega Pro Mauro Grimaldi: “Percorso che inizia oggi è difficile ma possibile. Doiamo superare il contrasto, evitare azioni ‘di bottega’, doiamo ragionare da ‘noi’, non da ‘io’. Sarà una Federazione aperta”

Ore 12,04 LA B. Prende la parola il Presidente della Lega B Mauro Balata: “Sono stati mesi difficili con scelte coraggiose, ringraziamo il Commissario e i subcommissari. Doiamo chiederci: ‘Il è in ?’ Ci sono condizioni diverse e costruttive rispetto a nove mesi fa. Il primo punto deve essere la riformazione dei campionati, cosa che ha portato a storture negli anni. Gravina ci ha dato sicurezze in tal senso, sarà la prima da attuare. Chiediamo un confronto diretto e una redistribuzione rispetto al passato. Gravina saprà valorizzarci. Siamo contrari alle seconde squadre, il nostro è il campionato dei territori, non possiamo ignorare milioni di tifosi”

Ore 11,52 LA SERIE A. Prende la parola il Presidente della Lega Serie A Gaetano Miccichè: “Siamo una delle industrie più importanti del Paese, in milioni ci seguono. Doiamo chiederci cosa va migliorato. Il calcio è davvero un gioco? Se è un’industria fondamentale, doiamo fare analisi complete e concrete sugli altri Paesi. Doiamo dare qualità al prodotto, con governance trasparente. Doiamo pensare che il mondo sta cambiando e i nostri interlocutori anche. Non possiamo vendere solamente i novanta minuti”

Ore 11,50 RICHIAMO. Mormorii in sala durante l’intervento di Faricini, Pescante chiede di evitarli poiché l’interessato non può replicare.

Ore 11,40 FARICINI SALUTA. Prende la parola il Commissario Roberto Faricini: “Ringrazio i presenti, si conclude oggi la gestione commissariale. Ho avuto la fortuna e l’onore di rappresentare la FIGC nel 120º anniversario. Sono sorte diverse problematiche, anche che non mi aspettavo: c’è amarezza, ma durante il mio mandato ho sempre rispettato l’indipendenza degli organi di Giustizia. I giudizi sul mio operato sono soggettivi, ma alcuni mi sono sembrati premeditati. Auguri a Gravina”

Ore 11,27 POSIZIONE – Prende la parola Giorgio Marchetti, responsabile delle competizioni : “ il saluto dell’, un onore accresciuto dall’importanza di questo giorno. Il calcio vive momenti di conflitto, d’interessi e di cambiamento. C’è stato un aspro dibattito, che ha fatto emergere le difficoltà nel percorso, che ha dato segnali importanti: la forza del è ancora lì, pronta a esprimersi nuovamente”

Ore 11,18 APRE MALAGÒ. Prende la parola il Presidente del Coni: “Siamo tornati dalle Olimpiadi giovanili, risultato impressionante, anche nei nostri partecipanti: garanzia delle prospettive del nostro mondo. Le Nazionali giovanili si sono qualificate alle competizioni continentali, quella femminile al Mondiale. Forti aspettative sull’U-21 nell’Europeo in casa, anche in chiave Olimpiade”. Poi ha aggiunto: “FIGC la federazione più commissariata del sistema, cinque volte negli ultimi ventuno anni. Vedo le persone giuste in questa sala per ripartire”.

Ore 11.10 SI COMINCIA. E’ iniziata ufficialmente l’assemblea elettiva della FIGC, con la seguente composizione: 20 delegati LNP Serie A, 19 LNP Serie B, 58 Lega Pro, 90 LND, 52 Atleti, 26 Tecnici, 9 AIA. Ai fini del voto, il calcolo della maggioranza è così ripartito nella ponderazione: 3,10 LNP Serie A, 1,36 LNP Serie B, 1,51 Lega Pro, 1,95 LND, 1,98 Atleti, 1,98 Tecnici, 1,15 Atleti.

Ore 11,00 SARA’ GRAViNA. Sempre più conferme sull’imminente elezione di Gabriele Gravina a nuova guida della Federazione. Anche i calciatori sono intenzionati a dare il loro voto all’unico candidato presente, facendo sì che il quorum del 75% venga agevolmente raggiunto alla prima votazione.

Ore 10,58 ANTICIPA FIMATA BIANCA. Il presidente dell’AIA Marcello ha dichiarato che Gravina ha buone possibilità di essere eletto dopo il primo scrutinio: “Penso che Gravina sarà eletto al primo turno, credo anche oltre il 90%”.

Ore 10,55 L’APPELLO DI FERRERO. Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero ha lanciato un appello al prossimo presidente federale Ferrero: “Chiediamo riforme, di riportare al centro i tifosi, che poi sono clienti. Ieri c’è stato un bellissimo spettacolo nel di Milano, a Roma invece…”.