ULTIM'ORA

Incubo Ventura, torna con un 5-1 dall’Atalanta!

Ventura.Chievo.2018.19.750x450

di Giulietta Romei - “Probabilmente è stato un errore mio, perché in questi sei giorni siamo partiti dal gioco, ma per fare gioco devi prima avere personalità e serenità, prima dobbiamo ritrovare le caratteristiche tipiche del Chievo: cattiveria, compattezza e determinazione”.

Incubo Ventura, ancora una volta…
Novembre 2017: la Svezia elimina l’ di Ventura dai .
Meno di un anno dopo Ventura col Chievo crolla di fronte all’ del Gasp: 5-1 per i bergamaschi, Ilicic protagonista e tripletta per lo sloveno.

Parte molto male l’avventura dell’ Cittì sulla panchina dei veneti.
Era una scommessa, la prima è quella sbagliata.
Il Bentegodi conferma la pochezza del Chievo che ha perso 7 partite su 9 (2 pareggi) e zavorrato dalla classica sottozero (-1), a 7 punti dall’ terzultimo.

L’ vince di qualità, ritmo, con uomini capaci di orientare la partita e le giocate decisive.

Dopo mezzora l’ ha già segnato 3 , ma potevano essere almeno cinque.
Due validi: De Roon con una rasoiata cinque metri fuori dell’area, poi Ilicic con una palombella di sinistro), un altro (ancora Ilicic) annullato per fuorigioco.

E’ una partita senza . Ogni volta che l’ decide di accelerare, il Chievo barcolla.
Ventura s’afda al 3-5-2, Gasperini replica il 3-4-3 più dinamico. Ma i moduli contano poco: una squadra gioca, un’altra è ostaggio della sua mediocrità.

Barba si fa cacciare e diventa impossibile.

La ripresa si apre con l’uno-due di Ilicic (sinistro dal limite e tap in in area), ed il Chievo scompare. E c’è tempo anche per il 5-0 di Gosens, con una precisa botta di sinistro che sbatte sul palo e poi nisce in rete.

Di Birsa, su rigore, il bandiera!

L’ sale a 9, piedistallo per tornare nella parte sinistra della classica.
L’ultima risaliva al 20 agosto, prima giornata, 4-0 al Frosinone, due mesi fa.

Curiosità: è la seconda tripletta in per Ilicic. Entrambe le triplette dello sloveno sono state rmate al Bentegodi (la precedente contro l’Hellas Verona) nel giro di 24 minuti. “Più che emozionato sono eccitato”, aveva detto Ventura alla vigilia del suo ritorno in panchina. L’eccitazione è svanita subito, manco il tempo di accendersi.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply