ULTIM'ORA

Incognita Inter: Icardi-Kovacic, poco. E Vidic.

Mazzarri_delusione(1)-770x350

di Nina Madonna - Walter Mazzarri tira il o, di che? “Ritiro ottimo, blico eccezionale, grande affetto. Adrenalina per lavorare al meglio. Obiettivo quinto posto? Daremo il massimo…Icardi e Kovacic sulla strada per diventare top player”.

Il progetto Inter procede. Quale progetto? I dubbi di formazione ruotano sopratutto sugli esterni bassi: Jonathan, D’Ambrosio, Nagatomo e il nuovo arrivato Dodò, non hanno curriculum e personalità da titolari. A centrocampo non è successo nulla. Guarin è in cerca di diffi sistemazione dopo il Mondiale fallito. Alvarez, altrettanto. Jovetic…? Cerci…? Boh. Palacio e torneranno malconci e avviliti.

Thohir non ha fatto colpi, punta sulla ristrutturazione del . Ha litigato con Moratti e preso il Ceo United che lascia Manchester con la credenziale del contratto Adidas, 940 mln in 10 anni! Stop. C’è Vidic, le fantasie di contano poco. Andrà così a tempo indeterminato.

La qualificazione in è veramente un’impresa: Juve, Roma, , Fiorentina, Inter, Lazio, Milan…almeno una di troppo, compreso il posto Coppa Italia.
Il rischia la già quest’anno coi preliminari. L’Inter è la meno accreditata nel lotto della stagione 2014-15, con che farà di tutto lecito e illecito, per tornare nell’ che conta e paga meglio.

Mazzari fa spallucce, è aziendalista se con contratto lungo e ricco. E’ stato accontentato, Thohir non aveva scelta.
“I fischi di sono superati. Spiegato il perchè chiaramente è storia del passato”, dice il tecnico.

Orizzonti: “i nuovi sono tutti disponibili, si vogliono migliorare. Sono comunque soddisfatto”.
Scommesse…”Icardi top player? E’ sulla buona strada, ascolta i consigli. Ha grandi margini di miglioramento. Come Kovacic, e tutti i giocatori di grande talento”.
Ermetico: “voglio avere un’anima più forte dello scorso anno e poi alla fine vedremo. Non faccio proclami d’estate”.

Certo, che potrebbe promettere Mazzarri?