ULTIM'ORA

Impresa Italia, batte gli Usa e resta in Fed Cup. Serena retrocede.

Flavia Pennetta, Karin Knapp

di Serena Paoletti - L’ resta tra le grandi nazioni del . Sulla terra di Brindisi le azzurre superano 3-2 gli Stati Uniti nel playoff per rese in World Group Fed Cup, conquistando il punto decisivo grazie ad un doppio impeccabile: Sara Errani, scontta nel terzo sinare con Serena Williams, e Flavia Pennetta, che aveva pareggiato travolgendo la McHale, si impongono 6-0, 6-3 sulla coppia Williams-Riske ed è festa.

E pensare che la festa azzurra sarebbe potuta partire già in mattinata con l’impresa sorata da Sara Errani con Serena Williams: la bolognese, che nei sette precedenti con la numero uno al mondo aveva conquistato solo un set, sforna una prova stellare e arriva sino a due punti dal match, ma il sogno si infrange contro i muscoli della campionessa americana: secondo set trasto al tiebreak, poi vinto, e terzo parziale che sancisce il sorpasso Usa. nisce 4-6, 7-6(3), 6-3 in quasi due ore e mezzo di battaglia, condizionata da un fastidioso vento.
A quel punto l’importante in casa è rimanere calmi: la rimonta è possibile, in campo scende Flavia Pennetta, nata e cresciuta nel di Brindisi. L’appoggio del blico, che nei due giorni non è mai mancato, si fa ancora più rumso e l’azzurra non delude i fan, spazzando via in due set l’americana Christina McHale, numero 65 e preferita da capitan Fernandez alla deludente Lauren Davis: 6-1, 6-1 in appena 57 minuti di gioco che consegna nelle mani del doppio un vero e proprio spareggio per rese nel World Group.

Niente Cichis a causa dell’assenza di Roberta Vinci, quindi capitan Barazzutti manda in campo la scatenata Flavia accanto a Sarita: dall’altra parte della rete Alison Riske, numero 45 , e Serena Williams, no ad oggi ancora imbattuta in Fed Cup. L’approccio delle azzurre è strepitoso: Riske tenuta in costante pressione e Williams lasciata isolata e incapace di reagire. Primo set senza storia, secondo in equio no al 3-3 poi le azzurre scappano e chiudono: 6-0, 6-3 ancora in 57 minuti, la rimonta è completata e l’ può festeggiare.