ULTIM'ORA

Imbula svela l’Inter: minacce anti Porto, Doyen pro Milan!

il-padre-di-imbula-inter-da-vomito-888378

di Nina Madonna - Il tira e molla -Imbula, andato al Porto, ha pesanti retroscena.
Il padre del giocatore, Willy Ndangi, in un’vista al Journal du Dimanche, ha sputtanato e … “Io ero molto essato al suo passaggio all’, un grande con un progetto ambizioso. Abbiamo aspettato invano che Roberto parlasse con Giannelli, ma per quattro giorni non abbiamo avuto alcun segnale dai nerazzurri. Il l sistema mi fa vomie, si sono svegliati solo quando hanno sentito che c’era il Porto su di lui. E i l mediari mi hanno anche mandato messaggi con minacce”.

LA DOYEN. Ndangi ha svelato anche l’esse del e del ruolo della Doyen Sports nella trattativa col Porto. “Il Porto si è avvito nel momento in cui l’ si era allineata alle richieste dell’Olympique Marsiglia. Proponevano un ingaggio simile a quello percepito da Giannelli in . In pole position in tà c’era il Valencia, proprio davanti all’, ma gli spagnoli non hanno mai fatto offerte concrete all’OM, e allora, d’accordo col presidente Vincent Labrune, abbiamo approfondito l’esse dell’. Che aveva nel frattempo preso Geoffrey Kondogbia. Io però avevo capito che i nerazzurri volevano prendere entrambi i giocatori a tutti i costi. Poi non ho avuto più notizie. Il , invece, non si poteva inserire subito. In questo mondo, poi, si intreccia: se ho ben capito, gli mediari del Porto lavorano anche per il . Il Porto è tornato alla carica con un’offerta due volte e mezza superiore a quella precedente. Il l allenatore Julen Lopetegui voleva Imbula fortemente e il Porto ha trovato un accordo con Doyen Sports, che ha fatto sì che l’affare si concretizzasse”.