ULTIM'ORA

Il Nizza è mediocre, dipende solo dal Napoli! E Dalbert…

125033874-5356e83c-f277-4667-90ee-36ec71a57789

di Paolo Paoletti - Il Napoli non può avere paura del Nizza. Nonostante tutto la Serie A è migliore della Ligue1.
E in amichevole all’Allianz Riviera gli azzurri e ne uscirono con un fa 3-0.

Eppure il Napoli ha paura del preliminare perchè a metà agosto le italiane soffrono. Anche le migliori.
Per questo Sarri ha preteso 3 settimane di ritiro e amichevoli con aversari di nome; in più l’amalgama degli azzurri deve essere una certezza. Non dovesse rivelarsi tale le colpe saranno di De Laurentis prima, Giuntoli e Sarri imemdiatamente dopo.

Sarri ha già fatto 2 rilievi:
1. abbiamo puntatato sul vecchio Napoli perchè il propone prezzi fuori dalla nostra portata;
2. il deficit di fisicitò è un problema.

Ma ha anche ricordato che il rischio è alto perchè i margini di miglioramento di sono praticamente esauriti e non sarà fa ripetersi.
Quindi non è il Nizza a dover preoccupare ma la scelte fatte dal Napoli, la cui qualificazione in Champions dipende mente dagli azzurri.

I francesi non sono granchè, quel poco di buono lo stanno vendendo: Eysseric, inseguito tra gli altri dalla e Dalbert, l’ultimo andato. All’, anche se giocherà la prima di e il DG nizzardo nega la trattativa. Infatti per il debutto contro il St Etienne, tra i convocati c’è anche Dalbert.

probabilmente salterà anche la prima al … ma come accadde con i baschi dell’Atlwetich Bilbao, se si baglia l’andata in casa in Costa Azzurra sarà dura come lo fu il San Mames.
In casa, in , il Nizza lo scorso anno non ha mai perso. Lo o è cocente più del sole della Riviera. Il fa la differenza, come aver giocato un paio di partite in più 3 punti.

Sarri sa cosa scatenerebbe una eventuale eliminazione: tutti devono sapere chi è l’eventuiale colpevole.
Questo Napoli aveva bisogno di 3-4 top players. E’ arrivato solo Ounas che come il tecnico ricorda ha fatto bene 2 anni fa, meno lo scorso anno a Bordeaux.

Inoltre c’è un pericolo: far spazio a Milik, non può penalizzare Mertens. Il titolare è il belga, per quanto ha fatto lo scorso anno e per le caratteristiche che più si sposano con il gioco azzurro.
Impossibile pensare ad una alternanza cvlosì cadenzata: da quando Sarri avvicenda aritmeticamente i 2, Mertens non segna più. Ed è incredibile riproporre il dualismo che ha già fatto tanto male a Insigne.

Milik s’accomodi in panchina e imapri a non sbaliare i rigori.
Il resto si vedrà.

STATISTICHE
• Il bilancio del Napoli contro squadre francesi in è di cinque vittorie, tre pareggi e due sconfitte in 10 precedenti.

• In Champions League solo una volta contro una squadra francese: con il Marsiglia nella Champions 2013/14 (due vittorie nel girone).

• Il Nizza ha perso entrambe le gare contro squadre italiane in competizioni europee: Coppa delle Fiere 1967/68 (due sconfitte contro la ).

• Solo un precedente tra club francesi e italiani nei preliminari di Champions: il Parma venne eliminato dal Lille nel 2001.

• Mario ha segnato in 2 degli ultimi quattro precedenti contro il Napoli (tutte le competizioni).

• Adam Ounas ha incrociato due volte il Nizza nella scorsa Ligue 1: un pareggio e una sconfitta, senza mai segnare.

SORTEGGIO:
QARABAG-COPENAGHEN
APOEL-SLAVIA PRAGA
OLYMPIACOS-RIJEKA
CELTIC-ASTANA
HAPOEL BEER-SHEVA-MARIBOR
BASAKSEHIR-SIVIGLIA
YOUNG BOYS-CSKA MOSCA
NAPOLI-NIZZA
HOFFENHEIM-LIVERPOOL
SPORTING L.-FCSB STEAUA BUCAREST