ULTIM'ORA

Mertens: sprecati altri 2 punti. Parigi celebra ‘mon amì’ Carlo!

Paris Saint Germain vs SSC Napoli

di Paolo Paoletti - “Questo 2-2 è un peccato. Le possibilità di passare il turno sono aumentate, ma se mi giro indietro e vedo i due punti persi a Belgrado e quelli di Parigi…”
Mertens non fa sconti, come invece nge per dell’audiece, gran parte dell’informazione: il Napoli ha perso la grande occasione di mettere a distanza incolmabile negli scontri diretti il Psg.

Nonostante l’Equipe abbia lodato Ancelotti, forse più per bastonare Tuchel che per antipatriottismo!
Odi a Carlo e al Napoli in Italia e sulla stampa francese…

“Ancelotti ha saputo mettere in difcoltà il PSG” dice Fabrice Abriel, centrocampista cresciuto nel Psg, oggi commentatore di Canal Plus, citato dal quotidiano Le Parisien.
Abriel non è sorpreso dal risultato del Parco dei Principi poiché “Ancelotti conosce benissimo il PSG, ha saputo metterlo in difcoltà e il Napoli era più pronto, capace di attacchi rapidi mantenendo poi il controllo del pallone nella metà campo avversaria”.

L’Equipe dedica pagine intere a Di Maria e al suo gol allo scadere: “Un ‘Angel’ è passato” e “Ave Di Maria”, ma il grande protagonista resta il tecnico emiliano.

Più severo ‘So Foot’, secondo cui il PSG che domina in Francia, “non dà l’impressione di far ai grandi d’Europa. Anzi, non ne fa affatto”.

Eppure il sinistro magico del deo più che sul pareggio di ieri sera potrebbe avere un peso ‘retroattivo’ datato 18 settembre, sperando che lo 0-0 con la Stella Rossa costi il passaggio del turno agli azzurri.

Di Maria ha rovinato la festa di un Napoli diverso da quello che aveva battuto il ; un Napoli grintoso e aggressivo, anche ‘sporco’ quando è servito e perciò più meritevole del Psg.
Un lav mentale e tattico izzato da Ancelotti in pochi mesi, ripensando ai titolarissimi di e al ‘fastidio’ europeo che Sarri npon ha mai nascosto puntando lo Scudetto.

Se i quotidiani francesi si leccano le ferite, l’Equipe apre con “pari insperato” e Le Parisien boccia l’intero Psg con tanti 3 in pagella; dubbiosi sul futuro dei parigini perché i milioni del Qatar poco o nulla hanno fatto al Napoli sparagnino di De Laurentis.

Cavani irriconoscibile, Neymar-Mbappé svagati!
Dall’altra parte Insigne ancora goleador – miglior izzatore italiano in Champions con 8 reti, 2 nelle 3 del ’andata – e Mertens che segna e colpisce la traversa. IL belga aveva tentato i blues questa estate quotazione da 28 milioni, ma nulla sortì perchè i rumors su Cavani non ebbero seguito.

E niente ha sortito nell’intervallo la furbata dei parigini che hanno annafato solo la metà campo in cui avrebbero attaccato.

Al di là dei compenti la classica del girone C resta cortissima: 6 punti, Napoli 5, Psg 4…
Il 6 novembre a Napoli, la sentenza, se i Reds faranno ancora un boccone a Belgrado.

Ancelotti lo ha già detto: “al partita decisiva verso gli ottavi”.

Il ha già conosciuto la legge di Fuorigrotta, e Buffon, presumibilmente titolare dopo la squalica, spiegherà bene ai compagni come la Juve sia riuscita a esorcizzarlo molte volte.
Mertens chiede: lo 0-0 di settembre resterà solo un ricordo di ne estate?

Oppure la magica traiettoria di Di Maria sarà mortifera, come già si disse dopo l’esordio di Ancelotti nella Champions più dif nella sua carriera?

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply