ULTIM'ORA

Il Napoli si diverte: 1-0 di ‘Ciro’. Brutto 120° a Marsiglia!

210054364-44cf591c-e831-4abb-b972-1fd32b1027f2

di Cocò Parisien - Vittoria per la vetrina, come il d’agosto, del .
Al Velodrome decide : 1-0 nell’amichevole per i 120 anni dall’Olympique Marsiglia.
Al 38′ il gol dopo una azione corale.
Buon esordio di Elmas, positivi anche Younes e Callejon, schierato da regista nel secondo tempo.
Incredibile: Calletì è diventato insostituibile anche per Ancelotti che lo scorso anno, avrebbe voluto cederlo!
merito di Benitez!

Un primo saldo estivo, prima del doppio confronto con il Barcellona, registra 2 flop con Benevento (1-2) e Cremonese (3-) e 2 buone prestazioni contro (3-0) e Marsiglia (0-1), cui va di traverso il 120° .

Ancelotti conferma il 4-4-2 con Fabian Ruiz in regia e -Callejon larghi all’altezza dei centrocampisti. fa la seconda punta accanto a Milik.
Nel spavaldo ed emerge anche Elmas, alla primissima ma già comodo negli schemi del suo allenatore.

LA GARA. Spregiudicato, subito pericoloso: 10′ Callejon trova una gran palla per , che esalta i riflessi di Mandanda.
Dietro Manolas ha già in mano le chiavi della difesa e il risultato è che l’unico pericolo creato dall’OM nel primo tempo arriva al 22′, quando Chabrol ha lo spazio per tirare da lontanissimo e per poco non trova la porta.

Per il resto è solo : Fabian Ruiz inizia a ritrovare i suoi ritmi e ci prova da fuori area, ma gli azzurri incantano soprat con il loro palleggio.
Tante azioni, coinvolti , Callejon, , Milik e anche Hysaj e Ghoulam, che aiutano.
Bel ma niente gol fino al 38′, nell’azione più bella del , trasformata da Dries : è Elmas a trovare sulla sinistra, il capitano pesca Callejon solissimo dall’altra parte e quest’ultimo, a tu per tu con Mandanda, invece di tirare appoggia al centro di prima per il belga che va a segno.

Rete resa bella per essere apparsa incredibilmente fa.

Ripresa dalla faccia completamente diversa per il : in campo scendono Maksimovic, Chiriches, Mario Rui, Younes, Gaetano e Verdi. Il nuovo impianto tattico (con Callejon regista) non scompone il , che continua a non correre rischi e anzi sfiora il raddoppio: è Younes, ispiratissimo in questo pre, ad avere sulla testa il pallone del 2-0, ma Mandanda c’è.

Il giovane tedesco si ripete qualche minuto dopo con un sinistro improvviso, di poco largo. A sorprendere però è l’assenza totale di spazi che il concede a un Marsiglia che sente il Velodrome aumentare l’intensità dei fischi con il trascorrere dei minuti. E la tensione gioca un brutto scherzo perfino al numero 10 di casa Payet, che stende senza compenti Younes, viene ammonito e mette anche le mani in faccia a , che lo aveva allontanato con una spinta. L’arbitro lascia proseguire senza estrarre cartellini rossi, ma a questo punto il ca in campo è pesante: il fa girare palla e le azioni latitano. Ma c’è ancora il tempo per applaudire due nuovi protagonisti: il primo è Di Lorenzo, attivissimo sulla destra, il secondo Maksimovic, che con un tackle perfetto risolve una pericolosa incursione in avanti di Strootman a tempo scaduto. Segno che anche chi parte dalla panchina potrà regalare tantissime soddisni a Ancelotti.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply