ULTIM'ORA

Il Napoli sbaglia tutto: formazione, approccio, rigore!

f8350a2954e245829d652dd233bbf894-kWG--896x504@Gazzetta-Web

di Paolo Paoletti - Il Napoli sbaglia tutto: formazione, approccio, rigore!
Perde 2-1 ma il risultato poteva essere molto peggio. Quanto all’andamento della gara, mi viene da ridere ascoltare quanto vien detto sui canali Mediaset…
Nessuno dice la ne in commento gara, peggio nei commenti da studio: se il City nei primi 30′ si è preso gioco del Napoli è semplicemente perchè è più forte. Anche se, pure i forti hanno bisogno di testa innanzitutto, puoi cuore e gambe.

Dopo 30′, con la partita in pugno ben oltre il 2-0 al City è mancata cattiveria agonistica e gamba. Solo allora il Napoli avendo perso tutto quanto poteva perdere, anche la faccia, è emerso nei fondamentali che sono e restano buoni come le idee di Sarri.
Perchè una prestione quasi vergognosa fin quando il City ha giocato?
Sarri ha sbagliato formazione, seguendo gli input di De Laurentis; Hamsik come sempre scompare nelle gare che contano; ha sbagliato il rigore che avrebbe riaperto la gara.
Insigne e Callejon non erano in serata. Peggio Albiol, il peggiore del Napoli.

Poi non si può pretendere da Diavara la ‘faccia di cazzo’ che ha Allan e tirando le somme, il 2-1 è un risultato ancora accettabile, anche se gli ucraini secondi in classifica decideranno tutto all’ultima giornata.

Un tempo buttato, ripresa scontatamente migliore.
Guardiola batte Sarri in tutto – ma solo gli stupidi propongono questo paragone – ed il suo Manchester che va ancora migliorato negli effettivi, mette al sicuro il passaggio agli di Champions.

Inizio choc: 2-0 in 13′. Apre Sterling, che raccoglie una respinta di Koulibaly su tiro di Gabriel (8 gol nelle ultime 11 partite per l’ Liverpool… ne aveva segnati 10 nelle 47 precedenti); raddoppia il brasiliano che mette dentro un cross basso di de Bruyne.
Se Bonucci è stato massacrato – giustamente – sul gol di nel derby, setssa sorte tocca ad Albiol che sbaglia òposizione e tempo di entrata. so!

Il Napoli barcolla, si apre all’imbarcata….
De Bruyne centra la traversaa portiere battuto; Reina smanaccia su Gabriel e la palla fortunosamente resta per metà oltre la linea prima che Koulibaly imbambolato trovasse lucidità per buttarla via.

All’improvviso, quando il City tira fiato, l’episodio clou: Walker cintura Albiol, rigore, spreca calciando su Ederson. Errore grave per un giocatore come Dries che conferma quanto cambi giocare in , in Chjampions.

Questa partita svela una sola grande : il campionato italiano è di una medriocrità esasperante!
In Italia il Napoli spadroneggia, come il City fa in Premier: al confronto si è visto quali sono i valori effettivi tra le 2 squadre e i 2 campionati.

PERSONALITA’. Nel secondo tempo è un altro Napoli, più alto, propositivo, vivace.
Ma come i primi 30′ del City sono da valutare sulle paure azzurre, così il secondo tempo del Napoli è molto demerito dell’avversario.

In avanti il City s’affida alle ripartenze, peraltro lente; dietro non è più preciso, regalando un’occasione ad Hamsik schermato da Stones.
Guardiola capisce che la birra è finita e chiede di gestire il possesso palla, ma il Napoli lora ha la mente sgombra, non ha niente da perdere. Fernandinho stende Ghoulam, Lahoz fischia il secondo giusto rigore.
Sul dischetto va Diawara e segna. Un diciannovenne!

Nel finale sbaglia ancora una facile ripartenza, Reina chiude Sané, poi il nulla.

Vince il City, il Napoli crolla al terzo posto.
Ma se il sogno scudetto è più importante è giusto così!
Senza altre

VOTI DECISIVI
5. Troppa fretta con la palla tra i piedi e troppo egoista in qualche circostanza, quando scaricare sui compagni sarebbe stata la soluzione migliore per fare male. Calcia malissimo il rigore parato da Ederson.
Zielinski 4,5. Nel primo tempo ci capisce molto poco o niente contro David Silva. Difende male e si propone poco, va un po’ meglio nella ripresa come tutta la squadra.
Ghoulam 6,5. Contiene Sterling e spinge ogni volta che può. E’ bravo a procurarsi il rigore che riapre la gara.
Diawara 5. Malissimo nel primo tempo, quando è spesso fuori posizione e non riesce a fare ripartire l’azione con rapidità. Ripresa di personalità, glaciale dal dischetto.

Gabriel 7. Rapido, elettrico, concreto: segna ma potrebbe fare meglio sotto porta, dove fallisce una seconda chance. I suoi movimenti sono comunque essenziali per la manovra del City.
David Silva 7. Orienta subito la gara con la splendida azione da cui nasce l’1-0. Disegna con qualità.

TABELLINO. MANCHESTER CITY-NAPOLI 2-1
Manchester City (4-3-3): Ederson 7; Walker 5,5, Stones 6,5, Otamendi 6,5, Delph 5,5; De Bruyne 6,5, Fernandinho 6, David Silva 7 (36′ st Gundogan sv); Sterling 6,5 (25′ st Bernardo Silva 6), Gabriel 7 (42′ st Danilo sv), Sané 6,5. A disposizione: Bravo, Mangala, Yaya Touré, Aguero.
Allenatore: Guardiola 6,5

Napoli (4-3-3): Reina 6,5; Hysaj 5 (25′ st Maggio 6), Albiol 4.5, Koulibaly 6, Ghoulam 6.5; Zielinski 4,5, Diawara 5, Hamsik 5 (33′ st Ounas sv); Callejon 6, 5, Insigne 5,5 (11′ st Allan 6,5).
A disposizione: Sepe, Maksimovic, Rog, Jorginho.
Allenatore: Sarri 5

: Lahoz (Spagna) 7
Marcatori: 9′ Sterling (M), 13′ Gabriel (M), 28′ st rig. Diawara (N)

Ammoniti: Walker, De Bruyne, Fernandinho (M); Maggio, Albiol (N)
Note: 38′ Ederson (M) para un rigore a (N)