ULTIM'ORA

Nel gioco delle 3 carte DeLa accusa i tifosi: piagnoni!

Benitez-Bigon-De-Laurentiis-600x299

di Paolo Paoletti - Nessuno ha più voglia di sorridere, ma il gioco delle 3 carte continua!

“Con Lavezzi e Cavani prima, e Higuain, Callejon e Mertens ora il processo di internalizzazione è consolidato e passa anche per un allenatore straordinario come Rafa Benitez. Europa League? Siamo stati fortunati rispetto alle altre italiane. Abbiamo tempo per rinforzarci mentalmente e come organico, a febbraio saremo pronti per affrone il Trabzonspor e ripartire in campionato e in

Dopo il bastone, la carota…ennesima prova del ridicolo imbroglio di cui sono prigionieri i napoletani. L’ultima del cinepresidente è l’ìattacco al blico, che diserterà totalmente Napoli-
“Spesso il blico napoletano è ammalato di ‘piagnonismo’. Per natura non sono un piagnone e dico che bisogna giudicare alla fine. Trovo anche scorretto se dalla parte di chi è forte quando è forte, e abbandonare chi è ancora forte nel momento in cui sembrerebbe debole. E’ come se uno innamorato di una donna bellissima l’abbandoni per un’altra quando ha un raffreddore. Sembra a pazziella ‘mmane e creature: i nostri sono criaturi o sono realmente innamorati di questa squadra? Io non mollerò mai il Napoli a nessuno, lasciatemi lavorare”.

Nel mirino del pazzo sono finiti anche i , chi altro deve pagare le colpe di De Laurentis?
“Esigo impegno massimo. Cuore e responsabilità”. Ieri lunedi 15, alle ore 13 a Castel Volturno, De Laurentis ha sparato la seconda bomba alla squadra e ad logeria, per Benitez. La prima nello spogliatoio di San Siro, aveva la miccia accesa, delegittimando l’allenatore con un ritiro non concordato e non voluto da Benitez e squadra. La seconda rimettendo tutto nelle mani del tecnico spagnolo e nella responsabilità dei giocatori.

Come si fa ad esigere in call conferenze?
Il ritiro punitivo è stato annullato dopo le invettive on-line del cinepresidente: una buffonata pensata, meditata, perseguita vietando ad Higuain di ritirare a Milano il premio come miglior centravanti assegnato dal Galà e a Raul Albiol di volare a Valencia dove sua moglie deve partorire.

La squadra ha rifiutato il ritiro, rinfacciando a Benitez il cambio di programma tecnico-organizzativo.
Il no di Benitez con ipotesi di addio anticipato e rivisitazione della rap per giusta causa, hanno spinto De Laurentis a rimangiarsi l’ordine. E’ il gioco delle 3 carte, per la prima volta su posizioni opposte, tra Dela-Rafa-squadra. Sopratutto i 3 top capitanati da Higuain…

Giovedi contro il si vedrà la reazione, troppo facile contro l’ultima in classifica derelitta e abbandonata a se stessa.
Il ‘gioco’ continua…

Higuain, Callejon e Albiol rinfacciano a Benitez la squadra vincente mai allestita.
Benitez ricorda a De Laurentis i patti disattesi sulla campagna acquisti.
De Laurentis rivendica a Benitez il terzo posto che lo spagnolo si è impegnato a conseguire con ciò che ha.

Chi lo prende a quel servizio, ancora una volta sono i napoletani. Uno schifo.

Diciamola tutta, De Laurentis è terrorizzato: lo sfacelo di San Siro lo ha schiantato. Solo chi capisce di calcio poteva intuire che finisse così.
Benitez è e resta un professore, va bene per la cultura anglosassone o per la Juventus.
Chi sceglie un professionista come Rafa deve consegnargli le chiavi di casa e se a guardare per anni.

A Napoli è uno spreco: non decide lui i giocatori al massimo li accetta; non ha da investire costruire la crescita con strutture e settore le; non ha attitudine caratteriale per friggere con l’acqua.
Ma ciò si sapeva e quando De Laurentis si precipitò da lui, aveva bisogno di togliersi gli schiaffi da faccia ricevuti da Mazzarri.

Resta il dubbio se Benitez, nonostante la velocità della trattativa, fosse consapevole dei limiti del Napoli.
Benitez ancora adesso spinge per l’ingaggio del croato Strinic: fine contratto ma ingaggio da 1,8 l’anno. Lo spagnolo insiste per un altro difensore e un mediano ma sa bene che il rischio del nulla è concreto.

Possibile che uno così gato, titolato, stimato sia rimasto fregato dal mercante di bugie De Laurentis?
Difficile da credere, come al pari è difficile capire perchè Mancini abbia accettato il suicidio Inter.

I due oggi sono il primo ed il secondo allenatore più pagati della : bastano i per spiegare tutto?

Il Napoli batterà il (si spera), ma la sceneggiata è stata organizzata in ottica Supercoppa: se lunedi Benitez torna a mani vuote da Dubai, saranno guai.
E le tre carte andranno al fuoco.
Basta attendere!

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply