ULTIM'ORA

Spagna-Argentina 6-1, vergognoso! Il Brasile vendita il 2014…

C_29_articolo_1204984_upiImgLancioOriz

di Carmen Castiglia - La Spagna distrugge l’, con ancora fuori ma mortificato nella città che lo odia come nessuna altro. A Madrid, ‘Wanda Metropolitano’ Spagna- è finita 6-1!
Incredibile dominio delle Furie Rosse, che s’impongono clamorosamente. Apre Diego Costa al 12’, poi Isco raddoppia al 27’. Otamendi accorcia di testa al 39’, ma è un’illusione: la ripresa è un monologo spagnolo, con le reti ancora di Isco, Thiago Alcantara, Iago Aspas e sempre Isco…che fa tripletta.

out, l’ si affida a , supportato dal terzetto Maxi Meza-Banega-Lo Celso.
Spagnoli che puntano su Diego Costa, punta centrale di un tridente completato da Asensio ed Isco.

La prima chance è dell’albiceleste, con che, solo davanti a De Gea, manca clamorosamente il . Un errore che costa caro all’, perché al 12’ Asensio regala un pallone d’oro a Diego Costa che trafigge Romero. Lo stesso Romero è costretto poi ad uscire al 22’, per le conseguenze di un contatto con Diego Costa proprio in occasione del . Al suo posto entra Caballero. L’ fa più possesso palla ma è sempre la Spagna a creare i pericoli maggiori. Come al 26’, quando Jordi Alba spreca mandando alle stelle da ottima posizione. Ma il raddoppio arriva lo stesso un minuto dopo, quando Asensio firma il suo secondo assist, stavolta per Isco, che non sbaglia e trafigge Caballero. La gara si riapre al 39’ grazie a un colpo di testa di Otamendi, che supera De Gea e firma il 2-1, con cui si va al riposo.

A inizio ripresa esce Diego Costa, al suo posto in campo Iago Aspas. E proprio il nuovo entrato al 52’ innesca Isco, che supera Caballero in uscita e sigla il 3-1 e la sua doppietta personale. L’ accusa il colpo e tre minuti più tardi arriva anche il 4-1, firmato Thiago Alcantara. I cambi si susseguono (Saul per Iniesta da un lato, Lautaro Martinez per dall’altro), così come le emozioni. Al 61’ segna anche Sergio Ramos, ma l’ annulla per un fallo parso inesistente. L’unico a creare pericoli per l’ è Otamendi, che al 66’ colpisce il palo, sempre di testa. Poco dopo esce un acciaccato Piquè (al suo posto Azpilicueta) ma la Spagna non si ferma: al 74’ è direttamente De Gea a innescare Iago Aspas per il 5-1. L’ è in bambola e un minuto dopo arriva persino il 6-1: Iago Aspas per Isco, che fa tripletta e poi esce (sostituito da Lucas Vazquez) prendendosi la meritata standing ovation. nel finale Asensio sfiora persino il settimo , ma finisce così.

RIVINCITA MUNDIAL. In una sfida dal forte sapore il batte di misura la all’Olympian di Berlino: 0-1.
Sulla conclusione di Gabriel (37’) è determinante l’incertezza di Trapp e, dopo un avvio convincente dei tedeschi, il dell’attaccante del City cambia completamente l’inerzia della gara.
La di Low cerca il pari nel finale ma trova in Alisson e Miranda due muri insuperabili.