ULTIM'ORA

Icardi salva tutti, De Boer: troppi errori in difesa.

icardi.inter.gioia.pescara.2016.2017.750x450

di Nina Madonna - Una doppietta di salva l’Inter e De Boer: prima vittoria in campionato, tragedia appena dietro l’angolo. All’Adriatico, col Pescara, nisce 2-1, risultato che ca Oddo e gli abruzzesi che hanno avuto la partita in pungo e la palla del 2-0 che avrebbe chiuso i conti.

L’Inter va sotto al 63′, quando Bahebeck inla Handanovic.
Reagiscono e pareggiano con Maurito, di testa su assist di Banega (77′).
Bis al 91′, con un in area che Bizzarri neanche vede.

Dall’ al paradiso. La scontta apriva la , il successo permette di ritare nella settimana che porta alla Juve. L’Inter vince, De Boer sorride. Ma… “Abbiamo concesso troppo, regalando al Pescara quattro occasioni da gol. Però ho visto la voglia di reagire e di vincere. Con la Juve servirà di più ma si può battere. ? Sa sempre farsi trovare al posto giusto”.

“Se analizziamo le occasioni del Pescara sono tutte nate da nostri errori. Abbiamo perso la testa dopo il gol subito e rischiato il 2-0. Poi meritato la vittoria, creando molte occasioni. Handanovic ha fatto una grandissima parata sventando il raddoppio, ha parato tutto”.

“Triplo cambio? Abbiamo un’ottima squadra, ho visto dei giocatori stanchi e ho fatto tutti e tre i cambi. La scelta è stata giusta perché abbiamo vinto: non giochiamo con 11 giocatori ma con 25. La Juventus? Sarà interessante, convinti di poter rendere dif la loro vita. Perdiamo la palla troppo facilmente e la Juve ha più qualità rispetto al Pescara”.

? Sono molto felice del suo impegno, arriverà il suo momento, questa sera avrebbe meritato il gol. E’ un giocatore d’esperienza che sa come lavorare gli spazi. Può giocare bene anche dietro la prima punta, come ha fatto nel nale di partita. Gabigol contro la Juve? Ha dimostrato di essere fantastico, tutti i club lo vorrebbero. Prima di tutto spero arrivi presto, può giocare in tre posizioni d’attacco”.

meglio con un’altra punta vicino? Mauro è sempre nel posto giusto anche nel primo tempo. Con una seconda punta può essere avvanto. Le due punte sono una soluzione, vedremo”.

VOTI.
7. Prima anonimo, poi decisivo: spunta piano piano con il passare dei minuti no alla doppietta che salva Inter e De Boer.
Joao Mario 5. Molte attenuanti da ultimo arrivato. Ma da chi è costato 45 milioni ci si aspetta ben altro.
Murillo 4,5. Troppe sbavature, alcune costano caro. Si corregga subito o sarà un problema.

TABELLINO. PESCARA-INTER 1-2
Pescara (4-3-3): Bizzarri 6; Zampano 6,5, Campagnaro 6, Gyomber 5, Biraghi 6; Cristante 6, Memushaj 6, Brugman 5,5; Verre 6,5 (23′ st Aquilani 6), Caprari 7 (36′ st Pepe sv), Benali 5,5 (12′ st Bahebeck 7).
A disp.: orillo, Crescenzi, Bruno, Manaj, Zuparic, Vitturini, Mitrita, Coda, Fornasier. All.: Oddo 6,5
Inter (4-2-3-1): Handanovic 6,5; D’Ambrosio 5, Miranda 6, Murillo 4,5, Santon 5,5; Joao Mario 5,5, Medel 5,5 (30′ st 6); Candreva 5,5 (30′ st Eder 6), Banega 6, Perisic 5 (30′ st Jovetic 6); 7.
A disp.: Carrizo, Melo, Kondogbia, Biabiany, Ranocchia, Gnoukouri, Nagatomo, Brozovic, Miangue. All.: De Boer 6
Arbitro: Damato
Marcatori: 18′ st Bahebeck (P), 32′ st e 46′ st (I)
Ammoniti: Gyomber (P); Joao Mario (I)