ULTIM'ORA

Honda Milan, Europa a -5: Seedorf + di Allegri.

C_29_articolo_1031576_lstParagrafi_paragrafo_1_upiImgParFull

di Nina Madonna - Arriva l’Honda e il vede l’Europa. I rossoneri vincono 2-1 e soffrono in casa del Genoa centrando la terza vittoria consecutiva che significa -5 dal 6° posto del Parma. Decisivi Taarabt al 20′ e Honda al 55′, primo italiano. Genoa veemente e sfortunato concretizza solo l’autorete di Abbiati al 73′ su tiro di Motta.
“Abbiamo saputo soffrire con qualità – ammette Seedorf – la squadra si è aiutata molto”.
Qualcosa è cambiato? “Anche prima avevamo fatto qualche buona partita, ma senza fortuna. Sembra essere girata, finalmente”.

L’obiettivo è l’Europa League che dista 5 punti da Parma e Inter. Marassi però dà morale e convinzione a Seedorf: “Vincere qui non è facile, anche la ha sofferto molto. Il Genoa in casa si trasforma e l’ha dimostrato con una grande partita”.

Il cammino di Seedorf fa 23 contro i 22 di in tutto il girone d’andata: “Rispetto il lavoro fatto prima di me, questa classifica non ci piace”.
La svolta?
“Buone gare contro e . Adesso i risultati arrivano. La chiave può essere il di con deviazione alla . Lavorare bene alla lunga paga sempre”.
Honda al primo in : “L’autostima non gli è mai mancata. Il gli da morale, l’ha sbloccato, vedremo un altro giocatore”.

.
Sturaro 7. Ventuno anni ed essere il dominatore del centrocampo in un Genoa-. Ha tutto per sfondare questo ragazzo che ha diretto con qualità e quantità le giocate rossoblù. Sfiora un che sarebbe anche stato meritato.
Gilardino 5,5. Non incide e non trova il contro la sua ex squadra. Davanti è il meno pericoloso dei suoi, ma fa sempre il suo lavoro oscuro.
Fetfatzidis 6,5. Il trottolino greco ha mandato in crisi la difesa rossonera. Non l’ha fatta crollare purtroppo per lui.

Abbiati 7. Sul tabellino compare dietro al simbolo di autorete. Sfortunato o poco reattivo, è stato comunque il migliore in campo dei rossoneri. Sempre attento nel primo tempo, miracoloso nella ripresa con un grande intervento di istinto.
Taarabt 7. E’ sempre di più l’arma rossonera. Sblocca il risultato trovando il secondo a Marassi dopo quello contro la Sampdoria. Fa di più imbeccando Honda nella ripresa. Cala alla distanza con un secondo tempo sottotono e anche questa è una costante.
Honda 6,5. Prima gioia in per il tanto atteso fantasista giapponese. Dopo il si è visto il miglior Honda, forse sbloccatosi. Ha lottato su ogni pallone aumentando il numero di giri sorprendentemente.

TABELLINO. GENOA- 1-2
Genoa (3-4-3): Perin 5,5; Marchese 5, De Maio 5,5, Burdisso 6; Motta 6,5, Sturaro 7, Bertolacci 6,5, Antonelli 6 (38′ st Konate sv); Fetfatzidis 6,5 (37′ st Calaiò sv), Gilardino 5,5, Sculli 5 (24′ st Centurion 6). A disp.: Bizzarri, Gamberini, Donnarumma, Portanova, Antonini, De Ceglie, Cabral, Cofie. All.: Gasperini 6,5

(4-2-3-1): Abbiati 7; Bonera 6, Rami 6,5, Mexes 7, Constant 6; De Jong 6,5, Montolivo 5,5; Honda 6,5, 6 (43′ st Poli sv), Taarabt 7 (37′ st Birsa sv); Pazzini 5,5 (28′ st Balotelli 6). A disp.: Amelia, Gabriel, Zapata, Abate, Zaccardo, Emanuelson, Cristante, Saponara, . All.: Seedorf 6,5

Arbitro: Banti
Marcatori: 20′ Taarabt (M), 11′ st Honda (M), 28′ st aut. Abbiati (M)
Ammoniti: Sculli (G); Abbiati (M)