ULTIM'ORA

Higuain: 2 gol al Napoli. ADL: non vado a Torino!

C_29_articolo_1124567_upiImgLancioOriz

di Antonella Lamole – Il passato per Higuain, e il sono una parentesi lontana nonostante siano passati appena 3 mesi. Sabato sera, allo Juventus um, nuova casa del Pipa, passato e presente troveranno una sintesi nel risultato della partita e della gara che disputerà Gonzalo.

I bianconeri attendono una prestazione di alto livello….
“Una doppietta sabato sera? Certo, speriamo” risponde l’argentino all’arrivo a Vinovo, cavalcando le attese.

Higuain contro la sua ex squadra con cui ha segnato 36 in 35 partite conquistando una nomination per il pmo Pallone d’Oro.
Ma anche un addio burrascoso e l’accusa di tradimento di De Laurentis e dei vecchi .

Pipita non segna da tre giornate, a secco anche nel poker alla Samp. Digiuno troppo lungo.
E lui ben lo sa!

“Non giudico le parole di Higuain. Quando ha detto che spera di segnare una doppietta non lo ha fatto con invidia, sono parole in cui leggo la giusta considerazione per una squadra che reputa pericolosa”: De Laurentis, sentito il Pipita, pensa bene di larsela e avvisa che non andrà a
“Come lo saluterò? Non lo saluterò perchè non posso andare a visto che sono solidale con i che non sono stati ammessi e rispetto le decisioni delle autorità costituite”.

Il cine-presidente a Radio Radio Tv, ha parlato anche di : “A gennaio quello che è fatto è fatto, casomai bisogna lavorare oggi. Ma ho grande ducia in Gaiadini, sennò lo avrei venduto anche perché ci hanno offerto cifre molto importanti. Gaiadini ha tutta la stima della società e dell’allenatore. Non lo aiamo neanche multato perché è sempre stato una persona rispettosa. Con il Crotone la partita si era incattivita, bisogneree stare sul posto e vivere la situazione direttamente: tutti noi possiamo reagire con uno scatto improvviso o imprevedibile a un’irruenza o a una maleducazione che ci viene . Immaginiamoci quando si gioca e si ha 20 anni e il sangue ribolle e tu corri a mille una reazione può partire meccanicamente. Per questo non ho voluto punire quel gesto, anche se è un gesto deprecabile e criticabile. Lotta al vertice? Siamo ancora all’inizio del . Mi aspettavo una Roma così forte, è sempre stata forte. Siamo almeno 10-12 squadre ad essere veramente forti, quindi vinca il migliore”.