ULTIM'ORA

Hayden sempre gravissimo: troppe morti in bici!

DAHIj1tUMAQttvG

di Rosa Romagna - Le condizioni dello sfortunato pilota statunitense restano critiche, secondo il bollettino delle 8:20 diramato dai medici del “Bufalini” di Cesena. Arrivata la famiglia dagli States, i parenti sono in ospedale: ora si attende una nuova comunicazione medica.
Nello stesso reparto di terapia intensiva anche una triathleta tedesca travolta da un tir mentre era in bicicletta.
Il messaggio di Valentino : “Forza amico mio”

Hayden investito in bici, il del pilota statunitense. Hayden, le immagini dal luogo dell’incidente FOTO/2. Campione di sorrisi: la carriera di Nicky Hayden
“Non ci sono novità sostanziali rispetto a quanto nella serata di ieri. Nicky Hayden resta ricoverato nel reparto di rianimazione, il quadro clinico resta di estrema gravità”. E’ il primo bollettino di giornata dall’ospedale “Bufalini” di Cesena sulle condizioni dello sfortunato pilota statunitense, investito da un’auto attorno alle 14 di mercoledì mentre era in bici sulla strada provinciale Riccione-Tavoleto. Le sue condizioni restano gravissime, ma i medici valuteranno in mattinata la possibilità di un intervento chirurgico.

L’INCIDENTE. Dopo il weekend di Superbike a Imola, lo statunitense aveva scelto di rimanere in albergo a Cattolica con la moglie. Mentre stava pedalando sulla sua bici da corsa a Misano Adriatico nel Riminese, a un incrocio di via Ca’ Raffaelli con via Tavoleto, la strada che col Riccione e appunto la cittadina sulle colline pesaresi, Hayden è stato investito da una Peugeot 206, condotta da un 30enne residente a Morciano di Romagna. Non si saree trattato né di un tamponamento né di uno scontro frontale, ma di un impatto perpendicolare tra la bicicletta e l’auto. Contrariamente a quanto emerso nelle prime ore e alla giornata di ieri (quando aveva fatto un giri in bici in compagnia di Denis Pazzaglini, meccanico tabellista di Pedrosa), Nicky Hayden non era in gruppo ma stava pedalando da solo. Dopo il tremendo impatto, sul posto sono intervenuti i sanii del 118, con un’ambulanza e un’auto medicalizzata, per prese le prime cure al campione americano trasferito con il codice di massima gravità all’ospedale “Infermi” di Rimini, dove era stato ricoverato in prognosi riservata a causa di un forte trauma addominale e un trauma cranico. Le cause dell’incidente sono ancora in fase di accertamento.

A CESENA. I medici dell’ospedale riminese hanno stabilizzato Hayden, prima di trasferirlo con l’elisoccorso al “Bufalini” di Cesena, trauma center di riferimento dell’area vasta dell’Ausl Romagna in cui si trova anche il reparto di neurochirurgia. Le lesioni accertate già nella serata di mercoledì erano relative a un trauma addominale con fratture multiple al bacino, una delle quali esposta, e un grave trauma cranico che ha generato una vasta emorragia cerebrale. Per allene la pressione endocranica e in attesa di sviluppi che dicano se il suo sico puó reggere un intervento alla testa, ad Hayden è stata applicata una sonda. In giornata i medici valuteranno i pmi passi.

LA FAMIGLIA. Nel primo pomeriggio la famiglia Hayden è arrivata dagli Stati Uniti all’aero di Bologna. La mamma Rose e il fratello maggiore Tommy, pilota professionista. Non ci c’è papà Earl per motivi di salute, cardiaci, accusati di recente. I parenti sono arrivati in ospedale attorno alle 14:30 (IL VIDEO).

KATH. “Mio fratello è un combattente”. Una delle due sorelle di Nicky, Kathleen Hayden‏, ha postato questo messaggio su Twitter. Con esso una foto e un messaggio scritto a penna dal fratello nel giorno della nel 2006 del MotoGP: l’immagine accanto ritrae Nicky mentre telefona. E la chiamata è diretta a casa, alla famiglia, suo primo pensiero dopo il trionfo. “Questa foto non è particolarmente chiara ma per me è molto importante”.