ULTIM'ORA

Hamsik svela: non pronto per Juve e Milan, cocco ADL!

hamsik

di Nino Campa - nalmente qualche ammissione ed una buona dose di
Meglio che niente, Marek Hamsik, ha svelato i perchè dei no a Juve e Milan, di essere l’uomo di ducia nello spogliatoio di , di non aver più ambizioni se non chiudere a Napoli una carriera ingessatasi proprio in azzurro.

Certo si fa vanto del gioco di Sarri, sorvola sulle bocciature di Benitez e su un inizio stagione talmente negativo mascherato solo dal record di gol: Marek s’augura lo scudetto, sente che quest’anno può essere la volta buona o forse l’ultima occasione e confessa che anche ha di perdere l’ultimo ‘treno’.

“Napoli mi volle quando ero ancora ragazzino, avevo vent’anni. Non mi sono mai pentito, neanche all’arrivo quando un gruppo di contestava la società per il mercato. A Napoli sono felice, lo sono anche i miei familiari. Qui mi hanno fatto sentire a casa. La città è bella e la gente calsa”.

La spiegazione dei no ai grandi… “Quando sono stato tentato da e Milan non ho mai vacillato: non mi sentivo pronto e non volevo andare via. Professionalmente e umanamente mi sento izzato e credo che la mia carriera nirà qua”.

Prima di nire, il sogno scudetto. Hamsik ammette: “La mia speranza, quella dei , di e dei compagni è di vincere lo scudetto. Credo sia anche l’augurio di chi ama il calcio, perché giochiamo in maniera meravigliosamente bella e penso che meriteremmo di vincerlo”.

La vera chicca emerge dal rap con : uomo di ducia nello spogliatoio e ‘cocco’ del cinepresidente: “Con lui ho un rap personale, speciale. Non so quanti calciatori possono godere del privilegio che ho io: confronsi direttamente, senza ltri e condizionamenti, con il proprio presidente. Le discussioni non sono mancate, ma sempre nel rispetto reciproco e il mio percorso a Napoli è la conferma di una stima che si è radicata”.

Certo, nchè Marek servirà!