ULTIM'ORA

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: http://sport.sky.it/rss/sport.xml:27: parser error : AttValue: " or ' expected in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: <atom:link href=https://sport.sky.it/rss/sport.xml" rel="self" type="applicatio in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: http://sport.sky.it/rss/sport.xml:27: parser error : attributes construct error in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: <atom:link href=https://sport.sky.it/rss/sport.xml" rel="self" type="applicatio in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: http://sport.sky.it/rss/sport.xml:27: parser error : Couldn't find end of Start Tag link line 27 in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: <atom:link href=https://sport.sky.it/rss/sport.xml" rel="self" type="applicatio in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: simplexml_load_file() [function.simplexml-load-file]: ^ in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 334

    Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/oggi24it/nottesport.it/htdocs/wp-content/themes/sport/header.php on line 336

Hamilton vince e accorcia su Vettel!

Formula One Grand Prix of Spain

di Carmen Castiglia - La di Lewis ha vinto il Gran Premio di Spagna sul circuito di Montmelò.
Seconda posizione per la Ferrari di che ha preceduto la di Daniel Ricciardo. Quarta posizione nel Gran Premio di Spagna per la Force di India di Perez che ha preceduto il compagno di squadra Ocon e la Renault di Hulkenberg. Settima la Sauber di Wehrlein davanti alle Toro Rosso di Sainz e di Kvyat. Chiude in zona punti la Haas di Grosjean.

Il di Formula 1 è più aperto e divertente che mai. Un quarto di stagione se n’è già andato e il duello tra Lewis e , quello più atteso all’inizio dell’anno, sta decisamente entrando nel vivo. La gara del Montmelo è la sintesi perfetta di quello che potree attenderci da qui a ne novembre: sorpassi da infarto, strategie di squadra, contatti al limite, non è mancato proprio nulla. Seb parte fortissimo allo spegnimento dei semafori, ha uno spunto impressionante e si mette subito alle spalle le due . Dietro, invece, Raikkonen pasticcia e rimedia un doppio contatto prima con Bottas (che lo tocca sulla posteriore destra) poi con Verstappen, a causa del quale distrugge la sospensione dell’anteriore sinistra concludendo la sua gara dopo una sola . Stesso destino per l’olandese della , vincitore qui nel 2016.

prova a scappare e anticipa la sosta montando un’altra gomma soft. Lewis lo segue, ma sceglie la media e a quel punto scatta la strategia di squadra : Bottas viene tenuto in pista dal team per rallentare il più possibile la Ferrari, una mossa che funziona no a quando Seb tira fuori il colpo del fuoriclasse, prendendosi un rischio enorme e sorpassando Valtteri sull’erba. Le emozioni non niscono: e effettuano l’ultimo pit stop e quasi si toccano al momento del rientro in pista. Seb è davanti, ma con la gomma media, quella meno performante e a 22 giri dalla ne, inevitabile, arriva il sorpasso decisivo di .

Il round spagnolo, dunque, va all’inglese, che torna al successo dopo il GP di Shanghai, ma con quello che si è visto in pista è chiaro che la battaglia tra Ferrari e per il titolo è appena iniziata. 104 punti, 98: lo spettacolo sembra garantito.

La rottura del motore di Bottas, nel nale, consente a Ricciardo di guadagnarsi il primo podio stagionale, al termine di una gara condotta comunque lontanissimo dai primi, mentre alle spalle della sua si piazzano le ottime Force India di Perez e Ocon. Soltanto tredicesimo invece Fernando , autore di un’altra gara anonima dopo un settimo posto in qualica che aveva fatto ben sperare i si McLaren.