ULTIM'ORA

Grazie Milik, salva il campionato: 2-1 nel finale!

milik.napoli.2018.19.militare.750x450

di Nina Madonna - Il vince sporco e resta in scia a -8 dalla Juve.
La fatica dell’ ed i cambi di Ancelotti che ha puntato sulla velocità nell’ultimo quarto, hanno deciso.
Gran gol di Milik, che come a foine gara dice che vuole giocare di più rendendo pan per focaccia al compagno.

Ancelotti si salva e se la ride: comunque scelga gli va bene. Anche se era più che turbato in panchina.
La scelta fortunata è una caratteristica, oltre la competenza.
La verità, infatti, è che è facile giocare andando sotto al 2′: l’ ha reagito e rimediato, però poi è crollata.
Ed ovviamente la panchina e la qualità della rosa del ha avuto la meglio!

Bene Zapata, come Pavoletti a Cagliari. A fine anno si tireranno le somme anche delle scelte di mercato.

Il comunque non è al meglio, almeno questo s’è visto a Bergamo. Pesa la lunga attesa per Liverpool, snodo della stagione azzurra. Intanto il Frosinone offre la grande possibilità di sfruttare Juve-Inter, d’ e giornata clou per la corsa .

Allegri, e Ancelotti certamente faranno scelte pensando alla Champions: per la Juve, il pass più facile. Inter deve vincere, il non deve perdere. Anche qui come a Bergamo, la qualità della rosa peserà.

Di veramente diverso in questa gara è stato iul da contropiede. Vecchia maniera, ovvero alla Ancelotti. Cancellati Sarri e tutti gli elogi per il bel gioco che faceva perdonare anche le sconfitte più buie come succedeva a Bergamo.

Ancelotti gioca d’ e di difesa, questa è la differenza. E il in difesa ha tenuto fino ad un certo punto, soffrendo la prestanza di Zapata e lo sgusciante Rigoni. Ma anche la forza fisica di De Roon, ma anche di Hateboer e Freuler.

Allan non è stato il solito, mentre Hammsik dopo i passi avanti in Champions, è tornato al solito tran-tran: a bagnomaria tra le linee, senza filtrare, senza offendere, fuori dalla lotta e dal senno della gara!

NOTE. A Bergamo finisce 2-1 per gli azzurri, che sbloccano subito la partita con Fabian Ruiz (2′) ma vengono raggiunti dall’ex, Duvan Zapata, al 56′. Nel finale Ancelotti inserisce Milik e proprio il polacco, all’85′, supera Berisha con un sinistro all’angolino.

DECISIVI

Milik 8. Entra e tiene aperto il campionato. Decide 5′ dopo l’ingresso in campo. Grande gol.
Fabian Ruiz 6,5. Orienta subito la gara con un ottimo inserimento, poi andrebbe sculacciato per l’occasiine sprecata solo davanti a Berisha. Brillante nel primo tempo, si spegne col passare dei minuti.
Koulibaly 6,5. Fisicità e qualità a centro difesa. Difficile da superare nell’uno contro uno.Anche se Zapata ha vinto più di un duello. Oltre il gol.
5. Corre a vuoto in cerca dello spazio giusto, che non c’è.

Zapata 7. Carica la squadra sulle spalle, lotta su ogni pallone e su tutto il fronte d’. Trova il tempo giusto sul pareggio, avrebbe bisogno di una seconda punta.
Palomino 4,5. Al rallentatore: fuori posizione nel primo gol, si fa bruciare da Milik nel finale. Troppi errori.

TABELLINO. - 1-2
(3-4-2-1): Berisha 5,5; 5,5 (44′ st Tumminello sv), Palomino 4,5, Masiello 5; Hateboer 6, De Roon 6, Freuler 6, Gosens 5,5; Rigoni 5,5 (26′ st Valzania 5,5), Gomez 6; Zapata 7.
A disposizione: Gollini, Rossi, Djimsiti, Bettella, Adnan, Castagne, Pessina, Barrow, Reca, Pasalic.
Allenatore: Gasperini 6

(4-4-2): Ospina 6; Maksimovic 6 (32′ st Hysaj 6), Albiol 6, Koulibaly 6,5, Mario Rui 6,5; Callejon 6, Allan 6, Hamsik 6, Fabian Ruiz 6,5 (32′ st Zielinski 6); 5,5 (37′ st Milik 8), Insigne 6,5.
A disposizione: Karnezis, Meret, Malcuit, Luperto, Ghoulam, Diawara, Rog, Younes.
Allenatore: Ancelotti 6,5

: Giacomelli
Marcatori: 2′ Fabian Ruiz (N), 11′ st Zapata (A), 40′ st Milik (N)
Ammoniti: Allan, Mario Rui (N); Masiello (A)

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply