ULTIM'ORA

Gonzalo, goleador a obiettivi: senza Champions, addio Napoli!

C_29_articolo_1060981_upiImgPrincipaleOriz-1

di Nino Campa - A luglio 2013 accettò di lasciare Madrid per far dimenticare che sognava il Real!
Gonzalo ci ha messo un anno e mezzo per rimpiazzare il ‘Matador’ nel cuore dei . Diciotto mesi in cui Pipita ha messo insieme 86 presenze con 47 reti e 19 assist: bilancio da campione.
E’ il centro del progetto Benitez ripagato trascinando il sopratutto in Europa, vetrina cui tiene maggiormente.
Tutto comincio con superficialità: incidente su uno scoglio di Capri, 2013. Ferite a zigomo e mandibola.
Da allora Gonzalo ha vissuto tra delusioni ed esaltazioni: primo gol ufficiale contro il Chievo, eliminazione dalla con 12 punti, l’amarezza di Bilbao, la tripletta internazionale ieri in Europa League contro la Dinamo Mosca.
La seconda stagione azzurra non era iniziata nel migliore dei modi: l’argentino si sbloccò in campionato solo il 26 ottobre contro il Verona, di botto una tripletta! Poi gol a raffica: 23 in 40 partite.
Meglio in Europa ci sono e Ronaldo, 41 reti in 38 gare, ma anche Jackson Martinez del a quota 34 in 26, Alexandre Lacazette del Lione a 27 in 32 match e il Kun Aguero del City già 23 in 31 partite.
ha fatto meglio di come Ibrahimovic, Diego Costa, , Lewandowski, Benzema… a lui preferito nel divorzio dalle Merengues.
Oggi il rap tra Higua è il è solido ma i suoi gol ‘chiamano’ diversi top club: non mancano gli inglesi, Liverpool su tutti, ma anche Wenger farebbe carte false per averlo all’Arsenal.
Nonostante la scadenza di contratto ancora lontana il di ‘Pipita’ è legato alla qualificazione in del , terzo in classifica raggiunto dalla Lazio.
Se Benitez non dovesse farcela e decidere di andarsene, si apriranno le porte di una clamorosa cessione.
Non più di quanto abbia già abituato i napoletani dopo Lavezzi e !!!