ULTIM'ORA

Giulia, 16 anni, incinta, si racconta in Tv: in Italia sono oltre 10 mila.

tv-torna-16-anni-e-incintagiulia-ecco-la-mia-storia_5e7b532c-2fbd-4811-bee6-818088755767

“Sono una madre felice, anche se all’inizio i dubbi, le incertezze, le incomprensioni non sono mancate. Quando sono rimasta incinta avevo 17 anni, il mio ragazzo Giovanni 8 anni più grande, è sempre stato al mio nco. Mia madre inizialmente voleva che abortissi, era preoccupata per il mio . Mio padre di me non ha mai voluto sapere nulla. Voglio prendere il diploma il prossimo anno e chissà, in , andare all’università. Divene genitore aiuta a crescere, nessuno ti fornisce un libretto di istruzioni, puoi solo seguire il cuore”.

Giulia è la protagonista della prima puntata della nuova stagione di 16 anni e incinta, in onda ogni mercoledì alle 21.10 su M Italia (canale 8 del digitale terrestre). Ha appena compiuto 18 anni, ma quando ha scoperto di aspete un bebè ne aveva solo 17. Vive a Grottaglie (anto) ed è danzata con Gianni, 25 anni (oggi 26) diventato da poco suo marito. M l’ha scelta per la versione italiana del docu-ity che vuole raccone attraverso storie autentiche una minoranza: quella delle oltre 10 mila mamme adolescenti in Italia.

Durante le due puntate a lei dedicate vedremo il procedere della gravidanza di Giulia, con tutte le gioie e le difcoltà che ne conseguono, no al tanto atteso momento della nascita del suo Diego, avvenuta a ne ottobre. M segue da vicino le loro storie, una vita che non sarà mai più la stessa, la quotidianità di ragazze «normali» che all’improvviso si ritrovano a gestire la responsabilità più grande che ci sia: una gravidanza e la prospettiva, poi tà, di un glio da crescere.

Oggi con la prevenzione, il più facile accesso all’informazione anche grazie a internet, come mai tante teenager rimangono incinta, o la sua, è stata una gravidanza cercata? In una conversazione con l’ANSA, Giulia risponde così: “Mi sono spesso confrontata su questo tema: il fatto è che nonostante la contraccezione talvolta capita. Non le so spiegare, può base una distrazione, non tutte sono preparate allo stesso modo, e comunque senza entrare nel dettaglio, le assicuro, succede. Poi c’è chi come me decide di affrone la gravidanza perché è innamorato e convinto del proprio percorso: io mi sentivo pronta, anche se in tanti mi sconsigliavano. Mia nonna è stata il mio vero angelo custode”.

La mamma di Giulia è sempre stata poco presente nella vita di sua glia, ora sta cercando di aprire un’attività (bar e ristorante) in insieme ad alcuni soci, per poi trasferirsi lì e per questo motivo molto spesso è lontana da Grottaglie. Giulia è danzata con Giovanni che lavora in un super da quando lei ha 16 anni. I due ragazzi sono innamoratissimi e hanno deciso di sposarsi, contro il parere di tutti e pagando da soli. Quando la giovane apprende di aspete un bambino non a caso corre dalla nonna: “Mi ha dato il supporto di cui avevo bisogno. Mamma ha reagito male, ma è comprensibile, mi vedeva troppo giovane, non sapeva che potessi avere, sì, voleva che abortissi. Mio padre è un uomo che ha avuto una breve rene con mamma e che non mi ha mai voluto riconoscere. Quando avevo 14 anni sono andata a cercarlo: non ne ha voluto sapere di approfondire la conoscenza. Giovanni invece è un uomo solido che mi ama e non mi ha mai lasciata sola un momento. Ora ci siamo riavvite, anche se si lo devo ammettere è stata molto dura”. “La stessa famiglia di Giovanni – racconta ancora – ha reagito male, mi vedevano giovane. Ma noi siamo qui, abbiamo fatto da soli”. Le protagoniste italiane della seconda stagione di 16 anni e incinta sono, oltre a Giulia, Marta, Cristina, Alessia, Marika, e Martina, tutte di età compresa tra i 16 e i 18 anni e residenti in diverse località d’Italia.

M affronta il tema delle mamme minorenni e delle delicate questioni ad esso collegate come la contraccezione, la salute, il sesso sicuro, la prevenzione, il rapporto con i partner e i genitori, anche con il supporto di AISPA (Associazione Italiana di Sessuologia e Psicologia Applicata).

All’indirizzo www.m.it/sonoincinta è disponibile un blog informativo con informazioni utili sui temi affrontati dal programma. Sarà possibile inviare domande o suggerimenti su argomenti da approfondire.