ULTIM'ORA

Gioca chi ci crede, Cesare minaccia tutti!

Fifa World Cup 2014: Italy-Costa Rica

di Oscar Piovesan – “Le critiche ci stanno, ma abbiamo tanti di quei segni sul corpo che non ci faremo travolgere”. Gianluigi Buffon, da capitano e veterano da 5 Mondiali, scuote gli azzurri per scacciare i fantasmi di un replay di Sudafrica 2010.
Il discorso diretto però è di Cesare Prandelli, ‘minaccia’ rivoluzioni e avverte tutti, da in giù: contro l’ gioca solo chi ci crede, chi dimostra di avere giuste a una sfida dentro o fuori come sarà martedì pmo.

“Nessuna paura, ma ora azzeriamo tutto: voglio ciascuno di voi motivato al cento per cento, convinto di potercela fare e di dare fino all’ultima goccia di energia: per la pma partita, tutto torna in discussione. Sceglierò la squadra in base ai test fisici, ma anche alle ”: è questo il discorsetto fatto a giocatori. Prandelli si estrania dalle critiche e chiama tutti alle responsabilità.

I due concetti erano già emersi nell’immediato dopo partita: “non mi sento tradito – aveva detto il Ct – ma non mi è piaciuto che dal 51′ non abbiamo tirato più e smesso di crederci”.
Recuperare energie, in attesa dei test fisici, Prandelli ha una certezza: l’ è più stanca di quello che dicono i dati. Pesa l’aspetto motivazionale. Dopo -Cosica, è esploso il ‘conflitto no’: Thiago Motta e Marchisio incolpavano il caldo, Prandelli e Castellacci lo rifiutano.

In ritiro il ct ammette che il clima è pesante: ma non da alibi ai giocatori. Da Insigne, Cerci e Cassano si aspettava più qualità. Da la ‘disciplina’. L’infortunio di De , azzera la chiave del modulo a 3 registi almeno con l’, la diventa obbligatoria.

Rientra De Sciglio, ciò consente a Prandelli la difesa a tre: Barzagli, Bonucci e Chiellini (?) più 2 esterni di spinta. Come gioca la ntus: così sono possibili due punte, ma bisognerà frenare la coppia d’oro Cavani-.
C’è anche il dubbio Marchisio: ha speso tanto, fino a chiedere il cambio che ha impedito al ct di inserire Immobile per . Ma per è in Top Five. Verratti può rientrare, e il terzetto con Pirlo sarebbe completo per il 5-3-2.
L’ultima opzione è Immobile: ora o mai più, al posto di o in coppia col milanista.
Ma se la punta sarà una sola, in una partita che si può anche pareggiare, ci sarà spazio per Parolo.
Prandelli deciderà solo martedi, guardando negli occhi gli azzurri a uno a uno!